Home / #OltreUnipa / 740 MILIONI DALL’EUROPA PER PROGETTI RICERCA ALLE UNIVERSITÀ ITALIANE
DSC02978

740 MILIONI DALL’EUROPA PER PROGETTI RICERCA ALLE UNIVERSITÀ ITALIANE

Sono 740,3 milioni di euro i contributi europei per progetti di ricerca e innovazione raccolti dalle università italiane dal 2014 a oggi, il 30% dei circa 2,5 miliardi di euro di contributi totali erogati al nostro Paese nell’ambito di Horizon 2020 contemplano tra i beneficiari anche imprese, organizzazioni di ricerca e soggetti pubblici.

A rilevarlo è una analisi di ASTER, società della Regione Emilia-Romagna per l’innovazione e la ricerca industriale, condotta su dati dell’UE Open Data Portal del luglio 2018 e tradotta in un tool interattivo (http://bit.ly/univ_h2020).

ASTER è il consorzio partecipato dalla Regione Emilia-Romagna, le Università del territorio regionale, gli Enti pubblici nazionali di ricerca CNR, ENEA, INFN e il sistema regionale delle Camere di Commercio, che insieme alle associazioni imprenditoriali promuove l’innovazione del territorio attraverso progetti di collaborazione ricerca e impresa, enti e istituzioni nazionali e internazionali. Coordina la Rete Alta Tecnologia dell’Emilia-Romagna – laboratori di ricerca industriale e centri per l’innovazione distribuiti sul territorio – e si occupa di migliorare le competenze del capitale umano impegnato nella ricerca, nell’industria e nelle istituzioni.

L’ANALISI DEI DATI

Le regioni. In Lombardia, grazie ai contributi ottenuti dalle 14 università che hanno partecipato ad Horizon 2020, sono “arrivati” 200,2 milioni di euro, il 27% del totale. Nel Lazio i dieci atenei partecipanti al Programma europeo hanno ottenuto complessivamente 84 milioni. Seguono Veneto (78,9 mln euro), Toscana (74,9 mln euro) ed Emilia-Romagna (72,2 mln euro). La classifica regionale si ridisegna, però, se consideriamo il contributo medio (somma dei contributi in rapporto al numero di atenei) ottenuto dalle università di ciascuna regione. In Veneto sono stati quattro gli atenei che hanno avuto accesso ai fondi europei, per un contributo medio pro capite di 19,7 milioni di euro, poco più di quanto ricevuto dallo stesso numero di università in Emilia-Romagna (18,1 milioni) e Piemonte (17,6 milioni). La Sicilia si piazza solo al quattordicesimo posto con un 10,3 mln di euro (circa l’1,5% delle risorse disponibili).

Le università. Considerando i singoli atenei il Politecnico di Milano, con 195 partecipazioni a progetti del programma Horizon 2020, ha raccolto 90,3 milioni di euro, il 12% di quanto erogato a tutte le università italiane. A seguire l’Università degli Studi di Bologna che con 138 partecipazioni ha ricevuto 50,4 milioni di euro (7% del totale), terza “La Sapienza” di Roma (44 milioni con 100 partecipazioni), e via via il Politecnico di Torino (43,4 milioni con 114 partecipazioni), l’Università di Padova (42,2 milioni con 100 partecipazioni). La prima università del meridione è la Federico II di Napoli che con 47 progetti e 19,7 mln di euro di contributo si posiziona all’undicesimo posto di questa graduatoria. Complessivamente sono 77 le università italiane che hanno preso parte con almeno un progetto al programma Horizon 2020, per un totale di 1.866 partecipazioni.

Le università siciliane

L’Università degli Studi di Palermo ha partecipato a 17 progetti ottenendo un contributo di  5,8 mln di euro; l’Università degli Studi di Catania con 13 progetti ha ottenuto 3,5 mln; l’Università degli Studi di Messina ha partecipato a 4 progetti ottenendo un contributo di 0,8 mln; infine, con un solo progetto per 0,18 mln la Libera Università della Sicilia centrale “Kore” di Enna.

I tipi di progetti finanziati. Con 539 proposte finanziate, pari al 39% del totale, la misura di Horizon 2020 maggiormente partecipata risulta essere la Marie Sklodowska Curie (MSCA) che finanzia progetti di formazione e mobilità dei ricercatori. Subito dopo, con 188 progetti finanziati pari al 10% del totale, la misura relativa all’European Research Council (ERC) che sostiene ricercatori di eccellenza in attività di ricerca di frontiera, cioè orientata a progressi fondamentali della conoscenza. A seguire, tre misure tematiche: Tecnologie dell’informazione e della Comunicazione (148 progetti – 8%), Sicurezza alimentare, marittima e bioeconomia (117 progetti – 6%) e Salute, cambiamento demografico e benessere (115 progetti – 6%).
 

H2020: CLASSIFICA DELLE PRIME 20 UNIVERSITA’ ITALIANE PER CONTRIBUTO OTTENUTO

 

UNIVERSITA’ CONTRIBUTO % PROGETTI
POLITECNICO DI MILANO 90.271.634,91 12% 195
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA 50.410.841,50 7% 138
SAPIENZA – UNIVERSITÀ DI ROMA 44.226.310,75 6% 100
POLITECNICO DI TORINO 43.423.022,50 6% 114
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA 42.193.255,68 6% 100
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO 30.513.601,99 4% 68
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO 25.203.642,67 3% 62
UNIVERSITÀ COMMERCIALE LUIGI BOCCONI DI MILANO 23.725.204,84 3% 32
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO 22.972.818,74 3% 64
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PISA 22.009.693,84 3% 61
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI – FEDERICO II 19.694.252,67 3% 47
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE 18.993.211,55 3% 54
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI CA’ FOSCARI DI VENEZIA 18.137.764,24 2% 53
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA 17.755.416,63 2% 48
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO – BICOCCA 17.304.705,36 2% 38
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA 16.785.117,65 2% 40
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA 16.707.458,71 2% 29
SCUOLA SUP. DI STUDI UNIVERSITARI “S. ANNA” DI PISA 14.764.256,96 2% 39
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA 13.562.194,87 2% 34
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA 12.831.331,18 2% 36

 

 

 

H2020: CONTRIBUTO MEDIO ATENEO PER REGIONE
REGIONE CONTRIBUTO TOT N. UNIVERSITA’ CONTRIBUTO MEDIO
VENETO          78.923.082,44 4                    19.730.770,61
EMILIA-ROMAGNA          72.240.064,22 4                    18.060.016,06
PIEMONTE          70.220.770,06 4                    17.555.192,52
LIGURIA          16.785.117,65 1                    16.785.117,65
LOMBARDIA      200.217.368,50 14                    14.301.240,61
TRENTINO-ALTO ADIGE          25.780.361,61 2                    12.890.180,81
UMBRIA          12.831.331,18 1                    12.831.331,18
TOSCANA          74.977.347,52 7                    10.711.049,65
LAZIO          84.088.471,78 10                      8.408.847,18
FRIULI-VENEZIA GIULIA          22.974.782,61 3                      7.658.260,87
CAMPANIA          30.543.600,70 5                      6.108.720,14
SARDEGNA              7.726.463,68 2                      3.863.231,84
MARCHE          13.062.332,64 4                      3.265.583,16
SICILIA          10.378.132,70 4                      2.594.533,18
ABRUZZO              9.211.145,86 4                      2.302.786,47
PUGLIA              6.763.866,60 4                      1.690.966,65
CALABRIA              3.086.645,00 2                      1.543.322,50
BASILICATA                  352.392,50 1                          352.392,50
MOLISE                  129.030,66 1                          129.030,66
TOT      740.292.307,91 77                      9.614.185,82
FONTE: Rielaborazione Aster su dati EU OPEN DATA PORTAL (luglio 2018)

 

Riguardo dario.matranga

dario.matranga
Dario Matranga, classe '65 palermitano, è il direttore responsabile del giornale IoStudio fondato 2005 . Giornalista professionista, è anche capo Ufficio Stampa dell'Ersu da maggio 2000. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e radiofoniche e ha lavorato in uffici stampa nazionali e internazionali per organizzazioni giovanili e sindacali. E' impegnato anche nel mondo dell'associazionismo sindacale. La mail a cui potete scrivergli è ufficiostampa@ersupalermo.gov.it oppure dario.matranga65@gmail.com

Check Also

SCUOLA DI CINEMA PIANO FOCALE 3

SCUOLA DI CINEMA PIANO FOCALE, ISCRIZIONI ENTRO SABATO 10 NOVEMBRE 2018

Frequentare nella propria città una scuola come Piano Focale è un’occasione unica perché dà la possibilità di studiare il cinema di base senza dover andare fuori dalla Sicilia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *