Home / #viviUnipa / Nuove mense ERSU Palermo, lavori in corso
Mensa Santi Romano

Nuove mense ERSU Palermo, lavori in corso

L’Ersu ha diffuso un comunicato agli studenti che frequenteranno le mense universitarie durante il periodo estivo, in relazione ai lavori di ammodernamento dei locali e al nuovo servizio di ristorazione. Ecco il testo diffuso.

Palermo, 2 luglio 2018

Da domenica 1 luglio 2018, l’impresa aggiudicataria ha avviato il nuovo servizio di ristorazione collettiva che avrà durata contrattuale fino al 30 giugno 2021, nell’ambito del quale è previsto anche il miglioramento dei locali.

Agli studenti che anche durante il periodo estivo continueranno a frequentare le mense universitarie verrà, comunque, garantito il servizio, seppure con qualche inevitabile momentaneo disagio che l’Amministrazione Ersu si sta impegnando a ridurre al minimo.

Con l’inizio del nuovo anno accademico 2018/19, infatti, s’introdurrà un nuovo e più capillare sistema di erogazione del servizio mensa, più vicino alle esigenze e ai gusti degli studenti, ma anche nella direzione di una maggiore qualità e in linea con i princìpi di una più sana alimentazione.

Confidiamo nella vostra comprensione e collaborazione per eventuali disagi: condividiamo l’inizio di un nuovo percorso, collaborando per il successo del nuovo servizio in favore degli studenti universitari.

Riguardo Massimiliano Purpura

Massimiliano Purpura
Esperto in giornalismo multimediale, che si occupa – fra l’altro – soprattutto della gestione del sito web dell'Ersu in relazione all’attività di webmaster e web designer e della gestione dei social network.

Check Also

joe-petrosino-1

“The Black Hand”, lo scrittore americano Stephan Talty, martedì 17 luglio a Palermo, incontra la stampa italiana. E il 19 luglio, a Palazzo dei Normanni, riceverà il premio “Joe Petrosino Sicilia”

Lo scrittore e giornalista statunitense Stephan Talty, martedì 17 luglio a Palermo, incontra la stampa italiana. Il 19 luglio, a Palazzo dei Normanni, riceverà il premio “Joe Petrosino Sicilia”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *