Home / #ErsuCultura / Sette e Mezzo, una rivolta repressa nel sangue ricordata dopo 152 anni
libro i moti di palermo del 1866 verbali

Sette e Mezzo, una rivolta repressa nel sangue ricordata dopo 152 anni

Incontri, proiezioni e una mostra racconteranno in chiave popolare, repubblicana e anticoloniale del “Sette e Mezzo”, giornate di insurrezione avvenute tra Palermo e provincia nel settembre 1866 e represse nel sangue. L’Associazione Zabùt, con il patrocinio – tra gli altri enti – dell’Ersu Palermo,  celebra quest’anno il “Sette e Mezzo” con un calendario di incontri,  proiezioni e con una mostra che si svolgeranno, da sabato 15 a venerdì 21 settembre 2018, tra Palermo, Montelepre, Marineo e Monreale.

L’insurrezione del “Sette e Mezzo”, esplosa a metà settembre del 1866, si accese nei paesi intorno a Palermo: da Monreale a Misilmeri, da Bolognetta a Marineo, da Lercara Friddi a Montelepre, da Bagheria a Campofelice di Fitalia. La rivolta finì per estendersi – subito dopo – alla città. La forte crisi economica, le politiche del governo post-unitario, la renitenza alla leva militare, erano principalmente all’origine di quei moti popolari.

Alla testa degli insorti, diversi ex-garibaldini guidavano masse di contadini e di artigiani decisi a tutto. Al grido di “Viva la Repubblica” “Viva Santa Rosalia”, sventolando bandiere rosse, assaltarono le caserme, occuparono i comuni e si misero alla loro guida, sebbene per quei pochi giorni. Per domare l’insurrezione furono necessari bombardamenti da terra e da mare, migliaia di morti, un numero altissimo di arresti e di condanne a morte; un bagno di sangue di cui ancora oggi non si conosce l’esatta entità, ma che comunque travolse diverse migliaia di siciliani all’indomani dell’unificazione nazionale.

 

 

Programma

Sabato 15 Settembre
Monreale Casa Cultura Santa Caterina

Ore 16.00 Inaugurazione Mostra documentaria a cura Del “Centro Studi e Documentazione Lotte Sociali Zabùt”

Ore 17.00 Incontro-dibattito con Elio Di Piazza (Centro Zabùt) e Santo Lombino (storico, direttore scientifico “Museo delle Spartenze”)

Domenica 16 Settembre
Monreale, Casa cultura Santa Caterina

dalle ore 16.00 alle 19.00 Apertura Mostra

Lunedi 17 Settembre
Montelepre, Torre Ventimiglia

ore 16.00 Inaugurazione Mostra documentaria a cura Del “Centro Studi e Documentazione Lotte Sociali Zabùt”

Ore 17.00 Incontro-dibattito  con Elio Di Piazza e Domenico Gambino (studioso di storie locali)

Mercoledì 19 Settembre
Marineo, Castello Beccadelli

ore 16.00 Inaugurazione Mostra documentaria a cura Del “Centro Studi e Documentazione Lotte Sociali Zabùt”

Ore 17.00 Incontro-dibattito con Elio Di Piazza e Santo Lombino

Venerdì 21 Settembre
Palermo, Palazzo delle Aquile, Aula Rostagno

ore 16.00 Inaugurazione Mostra documentaria a cura del “Centro Studi e Documentazione Lotte Sociali Zabùt”

Ore 17.0 Incontro-dibattito con Elio Di Piazza, Ignazio Buttitta (Fondazione Ignazio Buttitta), Santo Lombino

Proiezioni di alcune scene dello spettacolo della “Compagnia teatrale dell’Ebbica” con testi di Santo Lombino ed Enzo Toto, regia di Enzo Toto.

Riguardo dario.matranga

dario.matranga
Dario Matranga, classe '65 palermitano, è il direttore responsabile del giornale IoStudio fondato 2005 . Giornalista professionista, è anche capo Ufficio Stampa dell'Ersu da maggio 2000. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e radiofoniche e ha lavorato in uffici stampa nazionali e internazionali per organizzazioni giovanili e sindacali. E' impegnato anche nel mondo dell'associazionismo sindacale. La mail a cui potete scrivergli è ufficiostampa@ersupalermo.gov.it oppure dario.matranga65@gmail.com

Check Also

Locandina_Giornate-di-Studio_Mafia-politica-e-corruzione

Mafia, politica e corruzione: dagli anni ’90 ai nostri giorni. Giornate di studio a Unipa

Da giovedì 13 settembre 2018, a partire dalle 9.00, nell’aula seminari dell’edificio 12 del Campus …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *