Home / #ErsuCultura / Al Blue Brass, mercoledì 8 novembre, un palcoscenico anche per gli studenti
Chiara Sarrica durante un concerto
Chiara Sarrica durante un concerto

Al Blue Brass, mercoledì 8 novembre, un palcoscenico anche per gli studenti


Una serata all’insegna del jazz e della buona musica quella di mercoledì 8 novembre, a partire dalle ore 21.30 sul palco del Blue Brass, il Ridotto dello Spasimo. I battenti dello storico jazz club verranno riaperti da un duo d’eccezione, Manfredi Messina e Chiara Sarrica.
I giovani artisti accompagneranno il pubblico presente in un viaggio virtuale che inizia dal blues e dai classici jazz standard per giungere fino ai giorni nostri con brani tratti dal panorama della musica italiana e dai più grandi film musicali. Un repertorio variopinto quello proposto, a tratti malinconico, romantico, allegro, frizzante, arricchito anche dall’esibizione di una prima assoluta. Un brano del tutto inedito.
Un’occasione particolare, quella in programma al Blue Brass per la stagione concertistica della Fondazione The Brass Group, che apre una serie di appuntamenti, calendarizzati ogni mercoledì alle ore 21.30 sempre al Ridotto dello Spasimo, dedicati ai giovani talenti della propria scuola.
Per dar loro il giusto spazio affinché possano avvicinarsi sempre più al mondo della musica. E’ questo lo scopo principe del Brass, creare dei momenti musicali di produzione quale start-up rivolto ai giovani studenti accompagnati, in questo percorso artistico, dai loro professori di nota fama come Vito Giordano, Lucy Garsia, Carmen Avellone, Giuseppe Costa, Diego Spitaleri, Giampaolo Terranova, Giuseppe Preiti, Giovanni Conte, Mimmo La Mantia, Bepi Garsia, Claudio Giambruno.
Manfredi Messina prenderà parte alla manifestazione del Blue Brass
Manfredi Messina prenderà parte alla manifestazione del Blue Brass

Questi ed altri ancora sono i nomi degli artisti che hanno fatto della musica il loro leit-motiv, impegnandosi costantemente, oramai da decenni, per portare avanti un credo comune. “Avvicinare dunque i ragazzi al mondo della musica”, afferma il direttore della scuola, Vito Giordano, “ed ancor di più allo studio di uno strumento, è una mission importante per la formazione di una persona e di un’intera generazione. Nella speranza di poter vedere i nostri stessi ragazzi, in futuro, calcare altri palchi. Questo significa per noi aver avviato un percorso creativo virtuoso, alle soglie peraltro di un anno che vede Palermo Capitale della Cultura dei Giovani”.

Il costo del biglietto è di 5 euro, incluso i diritti di prevendita. Da quest’anno, la Fondazione ha attivato, oltre all’acquisto online dei biglietti tramite il circuito www.ticksweb.com e i punti vendita autorizzati, altri due punti di prevendita, uno presso il Real Teatro Santa Cecilia (Piazza Santa Cecilia n. 5 – 90133 Palermo – 091\ 88 75 201, 091 88 75 119, dal lunedì al venerdì a partire dalle 9.30 sino alle 12.30, ed un altro presso Santa Maria dello Spasimo (Via dello Spasimo, n. 15 – 90133 Palermo – 091 77 82 860, 091 77 82 861) dal lunedì al venerdì a partire dalle ore 15.30 alle 19.30.
Infoline Fondazione The Brass Group: 091 778 2860 – 3312212796, info@thebrassgroup.it, www.thebrassgroup.it.

Riguardo Redazione

Redazione
Se vuoi collaborare, dando il tuo contributo con articoli, video e fotografie, invia una mail a ufficiostampa@ersupalermo.gov.it indicando nome, cognome, telefono e mail di riferimento e mettendo come oggetto “IoStudioNews”.

Leggi anche

©Franco Lannino IMG_1879

Grande successo per il Parsifal al Teatro Massimo

La stagione 2020 del teatro Massimo ha avuto inizio con uno straordinario successo. Il 26 gennaio alle ore 17:30 Parsifal , di Richard Wagner, ha debuttato con 15 minuti di applausi al termine dello spettacolo. A dirigere l’opera il nuovo direttore musicale del Teatro Massimo, l’israeliano Omer Meir Wellber. La regia è invece di Graham Vick, che torna a Palermo dopo un altro progetto wagneriano, la Tetralogia realizzata esclusivamente per il Teatro Massimo tra il 2013 e il 2016. Le scene sono di Timothy O’Brien, i costumi di Mauro Tinti, movimenti coreografici di Ron Howell, luci di Giuseppe Di Iorio per un allestimento realizzato in coproduzione con il Teatro Comunale di Bologna. Nel ruolo del protagonista Parsifal ha avuto grande successo, sostituendo Daniel Kirch indisposto, il giovane tenore Julian Hubbard, che ha debuttato in questa occasione nel ruolo di Parsifal. Amfortas è interpretato da Tómas Tómasson, Titurel da Alexei Tanovitski. Debutto in scena a Palermo, dopo la Nona Sinfonia di Beethoven a inizio gennaio, e nel ruolo di Gurnemanz anche per John Relyea, che si è fatto conoscere dal pubblico italiano con Billy Budd a Roma, mentre il basso Thomas Gazheli (Klingsor) ritorna al Teatro Massimo dopo essere stato Wotan nella Tetralogia di Vick. Protagonista femminile è il soprano francese Catherine Hunold nel ruolo di Kundry, apprezzatissima interprete del repertorio wagneriano ma anche degli autori francesi del periodo romantico e di fine Ottocento.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *