Home / #Mondo / Con la FAST alla ricerca dei futuri scienziati
EUCYS

Con la FAST alla ricerca dei futuri scienziati

Al via la selezione italiana di Eucys 2020, trentaduesima edizione dell’European union contest for young scientists della direzione generale Ricerca della Commissione europea. Ad organizzare è la Fast- Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche, che organizza la manifestazione italiana del prestigioso concorso.

Con il sostegno del Parlamento europeo e della Commissione europea, il concorso mette in palio premi anche da settemila euro per le proprie invenzioni o ricerche, consentendo anche di prendere parte a concorsi internazionali, borse di studio e viaggi, nonché al Forum dei Giovani scienziati.

Candidature fino al 24 gennaio 2020. Il bando al link 

Su incarico della Direzione generale Ricerca della Commissione europea, la manifestazione I giovani e le scienze è realizzata fin dal 1989 dalla FAST scelta come National Organiser con il compito di selezionare i migliori talenti italiani da inviare a EUCYS – European Union Contest for Young Scientists, finale del Concorso dei giovani scienziati.
La FAST ha organizzato il 9° concorso di EUCYS nel 1997 in occasione delle celebrazioni del Centenario della Federazione e la 27a edizione nel 2015 in contemporanea con EXPO, l’Esposizione universale di Milano.
La FAST valorizza ulteriormente l’importante esperienza scegliendo o accreditando i ragazzi più meritevoli per rappresentare l’Italia nei più prestigiosi eventi internazionali degli studenti eccellenti.

Obiettivi
Gli obiettivi fondamentali dell’iniziativa sono: avvicinare i giovani alla scienza e alla ricerca, individuare e incoraggiare i più meritevoli e promettenti e stimolare lo spirito dell’innovazione e della collaborazione tra gli studenti.
A partire dal 2008, I giovani e le scienze è inserito nel programma di individuazione e valorizzazione delle eccellenze Io merito del MIUR nell’ambito scientifico e tecnologico.

NORME DI PARTECIPAZIONE PER L’EDIZIONE 2020

Chi può presentare la domanda di partecipazione
L’iniziativa è riservata agli studenti italiani (singoli o in gruppo di non più di 3) con più di 14 anni il 1° settembre e meno di 21 anni il 30 settembre 2020, che frequentano le scuole secondarie di 2° grado. I vincitori delle precedenti edizioni non possono partecipare alla manifestazione.

Requisito
È necessaria la conoscenza della lingua inglese.

Cosa realizzare e le tematiche del concorso
I candidati devono presentare studi o progetti originali e innovativi in qualsiasi campo della scienza, della ricerca, della tecnologia e delle loro applicazioni come ad esempio: scienze biologiche, biochimica, chimica, microbiologia, scienze della terra, ingegneria, energia e trasporti, scienze ambientali, tecnologia della comunicazione e dell’informazione, matematica, medicina e salute, fisica e astronomia, scienze sociali, ecc.

La redazione del testo del progetto
Il testo scritto non deve superare le 10 pagine con al massimo ulteriori 10 pagine di eventuali grafici, foto e illustrazioni (anche all’interno del testo). Dettagli sulla redazione del testo (font, interlinea, margini, ecc.) sono riportati all’interno del Modulo A di partecipazione.

Suggerimenti su come preparare un buon progetto
Un buon progetto scritto si compone delle seguenti parti:
 titolo del progetto: scrivere nome autore/i e relativo indirizzo/i; scuola o istituzione dove è stata condotta la ricerca; docente di riferimento;
– indice dei contenuti: indicare il numero di pagina per l’inizio di ciascuna sezione;
 introduzione: spiegare come è nato il progetto, le ipotesi, un’illustrazione di ciò che si intende raggiungere con la ricerca;
– esperimenti: esporre in modo chiaro e dettagliato la metodologia usata per ottenere i dati o le osservazioni; accludere fotografie, disegni, grafici tabelle, ecc.;
– discussione: parte essenziale della ricerca, quindi essere chiari e completi così da permettere ai giudici di capire esattamente il percorso di lavoro; elencare i risultati e le conclusioni che devono derivare dai dati sperimentali; paragonare i risultati con i valori teorici, con i dati pubblicati, con i risultati attesi e con i convincimenti comuni; includere una discussione sui possibili errori (ecco alcune domande da porsi: come sono variati i dati tra esperimenti ripetuti? come i risultati sono stati influenzati da eventi incontrollabili? cosa fare di diverso se si dovessero ripetere questi esperimenti? quali altri esperimenti dovrebbero essere attuati?);
– conclusioni: riassumere i risultati; essere specifici, non generici; indicare le possibili applicazioni e gli sviluppi del progetto;
– ringraziamenti: ringraziare chi ha assistito (persone, enti, istituzioni di ricerca, ecc.);
 bibliografia: può comprendere libri, articoli scientifici, articoli di stampa, siti web, ecc.

Quali documenti preparare e spedire
Ciascun gruppo deve preparare un solo testo del progetto; ogni membro deve presentare il Modulo A di partecipazione, il certificato di iscrizione rilasciato dalla scuola o l’autocertificazione, 2 fototessere a colori (con il nome in stampatello scritto sul retro), la fotocopia della carta di identità valida e la fotocopia del codice fiscale e spedirli via posta o consegnarli alla segreteria del concorso (c/o FAST, piazzale R. Morandi 2, 20121 Milano) entro venerdi 24 gennaio 2020 (per la spedizione fa fede il timbro postale). Contestualmente è richiesto anche l’invio dei suddetti documenti con posta elettronica (a giovaniescienze@fast.mi.it) e la compilazione del Modulo B di partecipazione (online).

La Giuria
I membri della Giuria vengono selezionati dalla FAST tra i propri esperti o scegliendoli da centri di ricerca, università, organizzazioni ed enti vari, anche esteri. La scelta è finalizzata a coprire, nei limiti del possibile, tutte le tematiche scientifiche e tecniche del concorso.

Criteri della Giuria per la selezione dei progetti da invitare alla manifestazione di Milano (in questa fase la Giuria esamina solo la documentazione cartacea)
Sulla base dei testi scritti ricevuti, la Giuria seleziona, a suo insindacabile giudizio, i finalisti per la manifestazione di Milano in base ai seguenti criteri e valutazioni:
– problematiche della ricerca (15 punti): obiettivi chiari; contributi del progetto nel settore specifico; dimostrazione dell’utilizzo del metodo scientifico;
 progettazione e metodologia (20 punti): progetto ben organizzato anche nella metodologia di raccolta dati; variabili definite e controllate, corrette e complete;
– esecuzione: raccolta dati, analisi ed interpretazione (30 punti): raccolta dati sistemica (completa) e loro analisi; riproducibilità dei risultati; corretta applicazione di metodi statistici e matematici; i dati raccolti devono essere sufficienti per la loro interpretazione e per le conclusioni;
 creatività (35 punti): un progetto è creativo se dimostra immaginazione ed inventiva, fornendo diverse prospettive per nuove alternative e possibili utilizzi; i progetti devono avere creatività in uno o più dei punti indicati sopra.
Per la sua valutazione la Giuria tiene in considerazione anche l’età del/dei candidati, il numero degli autori, il supporto o meno ricevuto dalla scuola o da altre istituzioni.

Quali spese sono a carico dei finalisti
La FAST copre vitto e alloggio dei soli studenti finalisti invitati all’esposizione di Milano. Può sostenere, inoltre, gli oneri di soggiorno e la quota di iscrizione per gli accreditati a rappresentare l’Italia in alcuni concorsi internazionali. Rimangono a carico dei finalisti le spese di viaggio per e da Milano e per gli eventi all’estero e/o in Italia. Solo per EUCYS la Commissione europea copre il costo anche del viaggio.

Criteri della Giuria per l’assegnazione dei premi durante la manifestazione di Milano
Ogni progetto finalista ha a disposizione uno stand. La Giuria valuta il lavoro anche da come si presenta (poster, brochure, modellino, ecc.) e da come gli studenti rispondono alle domande nelle interviste a cui vengono sottoposti. Se il progetto è stato realizzato con il supporto esterno di università o enti di ricerca, i giudici valutano il grado di indipendenza dei candidati nella conduzione del lavoro. Se il progetto è stato realizzato a scuola, i giudici tengono conto degli eventuali consigli di professori o dei supporti di tutor ricevuti dagli studenti.
Questi sono i criteri:
– problematiche della ricerca (10 punti): obiettivi chiari; contributi del progetto nel settore specifico; dimostrazione dell’utilizzo del metodo scientifico;
– progettazione e metodologia (15 punti): progetto ben organizzato anche nella metodologia di raccolta dati; variabili definite e controllate, corrette e complete;
– esecuzione: raccolta dati, analisi ed interpretazione (20 punti): raccolta dati sistemica (completa) e loro analisi; riproducibilità dei risultati; corretta applicazione di metodi statistici e matematici; i dati raccolti devono essere sufficienti per la loro interpretazione e per le conclusioni;
– creatività (20 punti): un progetto è creativo se dimostra immaginazione ed inventiva, fornendo diverse prospettive per nuove alternative e possibili utilizzi; i progetti devono avere creatività in uno o più dei punti indicati sopra;
– presentazione (35 punti): poster (10 punti): organizzazione logica; chiarezza dei grafici e delle legende; citazione della documentazione di sostegno; intervista (25 punti): chiara, concisa, con risposte alle domande ponderate (cioè di cui si è convinti e che si possono spiegare): comprensione della base scientifica del progetto; comprensione dell’interpretazione e anche dei limiti dei risultati e delle conclusioni; grado di indipendenza nella progettazione; riconoscimento del potenziale impatto del progetto nella scienza, nella società e nell’economia; qualità delle idee per ulteriori ricerche (idee non banali); contributi e comprensione del progetto da parte di tutti per i lavori di gruppo.

Premi e accreditamenti
Compatibilmente con i finanziamenti disponibili, la FAST conferisce alcuni premi sostenendo i costi (dall’aeroporto/stazione di partenza e ritorno).
Gli accreditamenti, invece, sono segnalazioni motivate per consentire ai destinatari di partecipare ai migliori eventi internazionali, ma con costi di viaggio e della quota di iscrizione, a carico dei beneficiari. La FAST, comunque, apprezza l’eventuale contributo delle scuole o degli sponsor locali a sostegno dei meritevoli.
Qualora, per motivi di salute, famigliari o di impegni scolastici, uno dei componenti il gruppo non possa partecipare all’evento di Milano, in caso di vincite, all’assente non viene riconosciuto alcun premio.

Tra i progetti pervenuti la Giuria decide i seguenti premi e/o accreditamenti:
A. I giovani e le scienze 2020
– fino a 30 progetti invitati alla 32a edizione de I giovani e le scienze, Milano, 7-9 marzo 2020; tra questi finalisti vengono scelti i destinatari degli altri premi.

B. Partecipazione ad eventi internazionali
– 32° EUCYS, concorso dell’Unione europea per i giovani scienziati, con premi fino a € 7.000 e soggiorni studio, Salamanca (Spagna), settembre.

C. Accreditamento ad eventi internazionali
– Eucys, concorso dell’Unione europea per i giovani scienziati, Salamanca (Spagna), 18-23 settembre
– ISEF
fiera internazionale della scienza e della ingegneria, Anaheim, (California-USA), 9-15 maggio
– OKSEF, fiera di scienza, energia, ingegneria, Smirne (Turchia), 11-15 giugno
– ESI Vostok, 
esposizione scientifica internazionala di MILSET EST, Almaty (Kazakhstan), 14-20 giugno
GENIUS
, olimpiade sulle questioni ambientali globali, Oswego (New York-USA), 16-21 giugno
– LIYSF, forum internazionale giovanile della scienza, Londra (Gran Bretagna), 23 luglio – 6 agosto
– CASTIC, competizione sulla scienza e sulla tecnologia, Changchun (Cina), luglio
– ESE – Esposizione Scientifica Europea di Milset, Suceava, (Romania), 26 luglio – 1 agosto
– SIWI, premio internazionale dell’acqua per i giovani, Stoccolma (Svezia), 22/27 agosto
– Mostratec, fiera internazionale della tecnologia, Novo Hamburgo (Brasile), 19-23 ottobre
– ESI AMLAT, esposizione scientifica internazionale di Milset America Latina, Santa Rosa, La Pampa (Argentina), 6-10 novembre
– Expo Science Messico
, dicembre
 ESI Asia, esposizione scientifica internazionale di Milset Asia, Dubai (UAE), 12-15 dicembre
– Expo science Messico, 
dicembre
– TISF
, fiera scientifica internazionale di Taipei (Taiwan), febbraio 2021
– Exporecerca Jove, Barcellona (Spagna), marzo 2021
– I-FEST, fiera della tecnologie, Monastir (Tunisia), marzo 2021
– Expo Science Belgio, Liegi (Belgio), aprile 2021

D. Riconoscimenti speciali
I suddetti premi o altri da individuare e compatibilmente con il loro contenuto, possono essere finalizzati a:
– Premio AICA a uno studio sulle tecnologie dell’informazione e della comunicazione
– Premio COREPLA a un lavoro sul riciclo della plastica;
– Premio ETASS a progetto sulla formazione o sulle tecnologie per nuovi tessuti
– Premio Salvetti Foundation a una proposta sulla manutenzione e/o la robotica;
– Premio SIF a un contributo relativo alla fisica;
– Premio UNICHIM a un approfondimento sull’industria chimica;
– Premio Xylem per una ricerca sul tema dell’acqua;
– Premio in memoria di Eliana Ginevra a uno studio in biologia;
– Certificati di eccellenza di prestigiose associazioni internazionali.

Le date del concorso
24 gennaio 2020: termine ultimo per la compilazione dei moduli A e B di partecipazione e per la spedizione dei progetti via posta (fa fede il timbro postale), via email o consegnati a mano alla segreteria entro le ore 17.00
21 febbraio 2020 data dopo la quale vengono comunicati i progetti finalisti
7-9 marzo 2020
: esposizione dei progetti finalisti tra i quali vengono selezionati i vincitori dei premi.

Segreteria del concorso
Manuela Bergami, FAST, piazzale R. Morandi 2, 20121 Milano, tel. 02 77790308, fax 02 782485, giovaniescienze@fast.mi.it.

Documenti da scaricare e compilare
Modulo A di partecipazione
Modulo B di partecipazione

EUCYS

(Informazioni e testi tratti dal sito fast.mi.it )

Riguardo dario.matranga

dario.matranga
Dario Matranga, classe '65 palermitano, è il direttore responsabile del giornale IoStudio fondato 2005 . Giornalista professionista, è anche capo Ufficio Stampa dell'Ersu da maggio 2000. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e radiofoniche e ha lavorato in uffici stampa nazionali e internazionali per organizzazioni giovanili e sindacali. E' impegnato anche nel mondo dell'associazionismo sindacale. La mail a cui potete scrivergli è ufficiostampa@ersupalermo.gov.it oppure dario.matranga65@gmail.com

Leggi anche

82422_trovarelavoro

In arrivo i concorsi nelle municipalizzate

Arrivano i concorsi nelle municipalizzate palermitane: la Giunta comunale di Palermo ha deliberato il piano …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *