Home / Uncategorized / L’Associazione Siciliana Amici della Musica porta i giovani in platea
Locandina

L’Associazione Siciliana Amici della Musica porta i giovani in platea

Nella Stagione 2020 l’Associazione Siciliana Amici della Musica, consapevole del ruolo che riveste nella promozione e la diffusione della Cultura Musicale e della fondamentale importanza della sua fruibilità ai più, ha voluto riservare ai giovani un’attenzione particolare, riservando loro un abbonamento ad hoc.

Gli under 30 potranno abbonarsi al Turno Serale o al Turno Pomeridiano con una spesa di 30 € + 3€ di prevendita. Se sceglieranno invece di abbonarsi ad entrambi i turni la spesa sarà di 50 € + 3€ di prevendita.

In entrambi i casi i posti assegnati loro saranno in platea numerati o nel 1° o 2° ordine di palchi.

Entrando nello specifico della Stagione Concertistica il nuovo percorso offerto quest’anno è studiato per soddisfare le esigenze di un pubblico sempre più trasversale e senza distinzione di età. Propone infatti musica classica, jazz, danza e teatro, presentando nomi importanti e appuntamenti di grande rilievo.

Ad inaugurare il Turno pomeridiano l’Orchestra sinfonica del conservatorio Alessandro Scarlatti di Palermo diretta da Ottavio Marino che, insieme a Giuseppe Andaloro, Giovanni e Luigi Sollima, rende omaggio al compositore Eliodoro Sollima in occasione del ventennale della scomparsa.

Il Turno serale invece sarà inaugurato da due straordinari pianisti di diversa estrazione e cultura: uno classico, Ramin Bahrami e l‘altro jazz, Danilo Rea, insieme con il progetto “Bach is in the Air”, in cui rigore formale e improvvisazione si fondono nella musica senza tempo di Bach.

E ancora Nicolas Altstaedt, considerato uno dei violoncellisti più creativi e versatili del panorama attuale; Stefan Milenkovich, elegante e virtuoso violinista di origine serba; Andrea Griminelli flautista raffinatissimo e due tra pianisti più acclamati al mondo, Anna Ktavtchenko e Roberto Prosseda.

Verrà dedicato spazio al Jazz, con la pianista Rita Marcotulli; la cantante Olivia Sellerio invece renderà omaggio ad Andrea Camilleri con le musiche da lei composte per la celebre serie televisiva del Commissario Montalbano, e sulla stessa scia presente anche il celebre direttore d’orchestra Paolo Vivaldi, autore di colonne sonore delle più importanti fiction TV.

Altra novità di questa Stagione la collaborazione con l’Associazione” Musica con le Ali “di Carlo Hruby che promuove e sostiene i giovani talenti.

Musica e teatro insieme con l’attore Gioele Dix che darà vita ad uno spettacolo dedicato alle vittime della Shoah, in scena il Giorno della Memoria; ma anche la danza che sarà protagonista sia con l‘atteso ritorno del pianista Giovanni Bellucci, che insieme alla coreografa e danzatrice Eugénie Andrin e con la regia multimediale di Gabriel Grinda presenterà “Jeux interdits”, sia con il tango argentino del celebre ballerino e coreografo Roberto Herrera.

Tra le formazioni cameristiche il Trio Gaspard e il Trio Metamorphosi (quest’ultimo impegnato nell’integrale dei trii di Beethoven per celebrare il 250° anniversario della nascita del compositore tedesco); I Solisti della Scala con il pianista Emilio Aversano e i Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino.

Tutti i concerti si svolgeranno al Politeama Garibaldi.

Al link la Guida alla Stagione

https://www.calameo.com/books/006103163b77e1ea35048

Locandina

Riguardo dario.matranga

dario.matranga
Dario Matranga, classe '65 palermitano, è il direttore responsabile del giornale IoStudio fondato 2005 . Giornalista professionista, è anche capo Ufficio Stampa dell'Ersu da maggio 2000. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e radiofoniche e ha lavorato in uffici stampa nazionali e internazionali per organizzazioni giovanili e sindacali. E' impegnato anche nel mondo dell'associazionismo sindacale. La mail a cui potete scrivergli è ufficiostampa@ersupalermo.gov.it oppure dario.matranga65@gmail.com

Leggi anche

_MG_5876

Coronavirus, l’adozione di misure precauzionali da parte dell’ERSU

L'ERSU invita gli Studenti attualmente non presenti nelle residenze universitarie gestite dall’Ente a non fare rientro e gli studenti presenti nelle residenze a osservare scrupolosamente le prescrizioni fornite dal Ministero della Salute e ampiamente diffuse attraverso gli usuali canali di comunicazione/informazione dell’Ente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *