Home / #Ambiente / Gli studenti di UNIPA protagonisti alla Summer School di Vienna 2021
(nella foto: esposizione virtuale del Workshop 2020)
(nella foto: esposizione virtuale del Workshop 2020)

Gli studenti di UNIPA protagonisti alla Summer School di Vienna 2021

Al “CAMPUS Asia: SUAE_Asia 2021 Summer School Workshop”, la Summer School di Vienna, gli studenti dell’Università di Palermo si sono distinti anche quest’anno. A ricevere il riconoscimento internazionale, secondo premio ex aequo, sono stati il progetto “TELESCOPE BETWEEN THE MOUNTAINS” di Toni Caputo, Simona Ragolia, Sarah Tita Torregrossa  e il progetto “TIME TO TRAVEL” di Paola Lattuca, Felicia Manasseri, Emanuela Papia,  studenti dei Corsi di Laurea in Architettura e Disegno Industriale triennale Palermo con i laureandi del Laboratorio di Laurea #LabCityArchitecture, diretti dal Prof. Arch. Renzo Lecardane, coordinamento e tutor Arch. Paola La Scala  (PhD).
Docenti,  studenti e laureandi del LabCity Architecture (DARCH-UNIPA) avevano iniziato il 2 agosto scorso la partecipazione al workshop estivo internazionale di Vienna che si è protratto fino al 20 agosto 2021. La Winter School Workshop 2021, dal titolo: “Sommerfrische”, si  è svolta in modalità remoto sul tema dell’architettura della montagna con il progetto di un Visitor Center sul Monte Semmering, nella regione delle Alpi della Bassa Austria.  La Summer School 2021 ha visto la partecipazione di 12 TEAM di studenti provenienti dalle cinque Università internazionali di Cina, Sud Corea, Giappone, Austria e Italia. Il CAMPUS Asia: SUAE_Asia 2021 è un programma di formazione internazionale in architettura, sostenuto dalla Commissione Nazionale UNESCO-Corea Education for Sustainable Development (ESD), al quale partecipano cinque università internazionali di Italia, Austria, Giappone, Sud-Korea, Cina. Program Director: Prof. Inhee Lee, Pusan National University Sud Corea; Scientific Coordinator: Prof. Mladen Jadric  con Prof.ssa Auböck Maria (Vienna University of Technology-Austria), Prof. Renzo Lecardane (University of Palermo-Italia), Prof. Feng Deng (Tongji University-Cina), Prof. Prasana Divigalpitiya (Kyushu University-Giappone), Prof. Inhee Lee (Pusan National University-Sud Corea).
Il CAMPUS Asia 2021 mira a promuovere la pratica della progettazione resiliente nell’ambiente naturale e costruito ampliando le opportunità della formazione universitaria attraverso eventi multidisciplinari internazionali i cui esiti saranno pubblicati a cura Centro del Patrimonio Mondiale UNESCO. Gli studenti palermitani hanno prodotto un dossier, hanno fatto due esposizioni in inglese e hanno elaborato un video. Il prossimo appuntamento è previsto in Sicilia a febbraio 2022.
IL PROGETTO “TELESCOPE BETWEEN THE MOUNTAINS” 
di Toni Caputo , Simona Ragolia , Sarah Tita Torregrossa
Il progetto prova a definire una relazione tra elementi naturali e nuovo edifico destinato a un Visitor center in un luogo fortemente caratterizzato dalla presenza dello storico Hotel Panhans nella Valle Semmering. L’accesso dalla stazione ferroviaria lungo la Sudbahnstrasse  e dalla strada principale di risalita Hochstrasse si snoda attraverso un sinuoso percorso pedonale che raggiunge la quota più adatta per  insediare il nuovo edificio alla topografia del luogo, offrendo suggestive viste sul paesaggio naturale della Valle. Il paesaggio ferroviario è stato dichiarato nel 1998 patrimonio mondiale UNESCO e accoglie durante l’anno numerosi visitatori ai quali è dedicato questo servizio di accoglienza che offre prospettive mozzafiato nelle sue viste emblematiche della Valle Semmering.
IL PROGETTO “TIME TO TRAVEL” 
di Paola Lattuca , Felicia Manasseri, Emanuela Papia
Il sito del progetto è facilmente accessibile dalla strada principale Hochstrasse e collegato visivamente al Grand Hotel Panhans e al tracciato della ferrovia delle montagne Semmering, dichiarata patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 1998. Il progetto di un Visitor center prevede l’insediamento di un piccolo edificio, visibile dalla strada principale di Hochstrasse che prova a declinare il rapporto con l’Hotel Panhans attraverso il tema degli accessi con un sinuoso percorso pedonale lungo il pendio della montagna. Si tratta di una copertura circolare belvedere per ripararsi dall’ombra in estate e dalla neve in inverno. Nel rispetto del paesaggio naturale della “montagna magica” si ipotizza un’architettura “aliena” sostenibile e smontabile con un bassissimo impatto sul territorio capace di produrre energia esterna tramite la copertura in materiale pneumatico dotata di cellule fotovoltaiche. Una sinuosa passerella in legno e ferro sospesa conduce dalla strada di Hochstrasse fino al Visitor center offrendo ai visitatori l’ampia vista della Valle di Semmering. L’edificio-astronave atterra temporaneamente sul pendio della montagna nel rispetto dell’ambiente naturale in cui bene si innesta nel patrimonio architettonico dell’architettura della montagna.

Riguardo dario.matranga

dario.matranga
Dario Matranga, classe '65 palermitano, è il direttore responsabile del giornale IoStudio fondato 2005 . Giornalista professionista, è anche capo Ufficio Stampa dell'Ersu da maggio 2000. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e radiofoniche e ha lavorato in uffici stampa nazionali e internazionali per organizzazioni giovanili e sindacali. E' impegnato anche nel mondo dell'associazionismo sindacale. La mail a cui potete scrivergli è ufficiostampa@ersupalermo.gov.it oppure dario.matranga65@gmail.com

Leggi anche

Screenshot_20211007-210000_Gmail

Centri minori rurali, filiera corta e mercati locali. Il 9 e 10 ottobre Festival dei territori sensibili a Valledolmo (Palermo)

Un festival dedicato ai territori sensibili. Due giorni a Valledolmo (Stagnone-via Stagnone, 49) in provincia di …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *