Home / #CampusLife / ERSU, LO STUDIO ARCHITETTONICO DI URBAN FUTURE ORGANIZATION
WhatsApp Image 2018-11-09 at 14.31.11

ERSU, LO STUDIO ARCHITETTONICO DI URBAN FUTURE ORGANIZATION

Con il nuovo programma di ristorazione dell’ERSU Palermo, la Società COT Ristorazione in tutti i plessi delle mense universitarie ha provveduto a una nuova tinteggiatura degli ambienti adibiti alla ristorazione per uniformare le diverse zone che li caratterizzano e renderle più accoglienti e vivibili. Si utilizzano diverse tonalità di grigi per i soffitti e pareti. Queste gradazioni di colore, rientrando tra quelle neutre, riescono a trasmettere sensazioni di calma e ad aumentare il senso di intimità personale con gli ambienti in cui ci si trova.

Nelle sedi più grandi, come il Santi Romano, sono inserite delle colonnine ricarica devices per rendere più piacevole la permanenza nei locali, cosa favorita allo stesso tempo dall’inserimento di impianti di diffusione sonora. Allo stesso tempo è stata realizzata una predisposizione nell’ottica di possibili inserimenti futuri di videoproiettori. Queste soluzioni tecnologiche rappresentano un modo per intrattenere l’utenza piacevolmente nei luoghi circondati da più comfort possibili.

A quanto appena esposto si aggiunge l’inserimento di pannellature, scritte in rilievo sulle murature, la localizzazione degli ambienti con le loro funzioni. Quanto detto, insieme a diciture e legende dei simboli tattili sia in Braille che in caratteri ingranditi, forniranno indicazioni chiare e di semplice intuizione senza sovraccaricare l’utente di troppe informazioni.

Attenzione è stata fornita al miglioramento dell’accessibilità e alla fruizione dei servizi da parte dei diversamente abili, nell’ottica di ridurre, se non del tutto eliminare, le barriere architettoniche presenti. Nel plesso della Residenza Universitaria “Santi Romano”, saranno diverse le postazioni a sedere dedicate ai diversamente abili, così come le indicazioni dei percorsi da seguire per l’accesso ai servizi forniti grazie all’illuminazione totalmente revisionata, a pannelli/monitor digitali e banconi retro-illuminati.

WhatsApp Image 2018-11-09 at 14.30.32Nella sede Santi Romano, un ambiente più uniforme e armonioso con una distribuzione più lineare: essa permette una precisa individuazione, per esempio della sala docenti e studenti al piano primo, o della sala pizzeria e hamburgheria al piano terra. Per quest’ultima è stata ricavata un’apposita area dedicata, prima inesistente, così come è stato fatto per quella destinata al servizio del take-away. Contribuirà a quanto detto anche la formazione di pareti vegetali realizzate con l’utilizzo di muschio, un lichene naturale che non necessità di alcuna manutenzione.

Nei bagni nuovi sanitari e rubinetterie, piastrelle con diffusori aria sapone con sensori di avvicinamento; lo stesso per i bagni dei portatori di disabilità. La sostituzione degli elementi consente di ottenere un risparmio idrico legato alla riduzione del consumo d’acqua del 40-50% rispetto a un sistema tradizionale.

Peculiarità di questo plesso sarà la realizzazione di un’area lounge, filtro tra la residenza studentesca e la mensa vera e propria, in cui poter sostare in relax e passare del tempo libero. Tale area è prevista anche nel plesso di “San Saverio”.WhatsApp Image 2018-11-09 at 14.29.58

Altra peculiarità del Santi Romano è la caratterizzazione dei suoi prospetti esterni attraverso l’inserimento di una facciata continua in vetro retro illuminato RGB. La necessità di avere all’interno dell’ edificio una certa quantità di radiazione solare, per il doveroso comfort visivo e termico, implica che la componente principale della facciata continua in analisi sia trasparente e il materiale utilizzato sia il vetro, basso emissivo. Illuminazione LED RGB, permette di poter cambiare il colore variazione di intensità luminosa permette di ottenere tutta la scala dei colori così da ottenere atmosfere particolari nelle ore serali e notturne.

WhatsApp Image 2018-11-09 at 14.29.30Ponendo attenzione anche al contenimento energetico, si presenta per tutti i plessi una nuova installazione di corpi illuminanti a led. I posti attrezzati per i diversamente abili, così come i percorsi per agevolarli, saranno individuati attraverso specifici apparecchi.

La progettazione di Urban Future Organization

Per la partecipazione alla gara in oggetto, nella predisposizione degli elaborati il CNS si è avvalso della consulenza del gruppo internazionale di progettazione Urban Future Organization. Fondata nel 1996 da Francesco Giordano (Italia), Claudio Lucchesi (Italia), Andrew Yau(Hong Kong),Denis Balent(Slovacchia) e Jonas Lundberg(Svezia) con l’apertura degli studi di Messina e Londra, si aggiungono nel tempo gli studi di Goteborg, Stoccolma,Oslo, Copenaghen, Atene, Rotterdam, Reykjavik, Sidney, Seoul, Pechino, Taipei, Jeddha, Lincoln e Istanbul.WhatsApp Image 2018-11-09 at 14.28.59

Nella sede di Messina, UFO srl, operano gli architetti Francesco Giordano, Claudio Lucchesi, Carmela Notaristefano, Elena Trio, Anna Liuzzo, Salvatore Fiorello, Antonino Marzo, Giuseppe Giordano.

Lo studio UFO è vincitore di diversi concorsi internazionali: l’auditorium di Sarajevo, il museo di arte contemporanea di Castelmola, la ricostruzione della stazione turistica Etna Nord, il recupero dell’ex cartiera Milano ad Amalfi, la super city a Shenzen in Cina, il waterfront della zona industriale di Milazzo per il Premio Portus della Biennale di Venezia 2006, Ediltomarchio a Catania, il waterfront e il centro polifunzionale di Messina.

WhatsApp Image 2018-11-09 at 14.27.48 Progetti anche in Inghilterra come l’Holiday Inn a Oxford, in Corea del Sud a Seul, un centro comunitario ed il progetto Swuon di 27 torri. Tra gli altri progetti, il Bason Waterfront Redevelopment a Ho Chi Min City, Vietnam, 7 torri a Dapeng (Cina),un complesso di 4.000 appartamenti a Jakarta, 2 progetti in Russia, una fabbrica tessile all’interno di un centro polifunzionale e 9 torri residenziali; a Malta un hotel, un complesso residenziale sull’acqua, 3 centri per anziani.WhatsApp Image 2018-11-09 at 14.26.32

Riguardo dario.matranga

dario.matranga
Dario Matranga, classe '65 palermitano, è il direttore responsabile del giornale IoStudio fondato 2005 . Giornalista professionista, è anche capo Ufficio Stampa dell'Ersu da maggio 2000. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e radiofoniche e ha lavorato in uffici stampa nazionali e internazionali per organizzazioni giovanili e sindacali. E' impegnato anche nel mondo dell'associazionismo sindacale. La mail a cui potete scrivergli è ufficiostampa@ersupalermo.gov.it oppure dario.matranga65@gmail.com

Check Also

arancine

Santa Lucia, arancina day all’ERSU Palermo

Alla mensa universitaria, per santa Lucia, gli studenti universitari palermitani potranno gustare anche arancine e gateau di patate per santificare la festa. Ma anche cuccia alla crema di cioccolato oppure alla ricotta.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *