Home / #Mondo / Generazione Erasmus racconta la Ue. Un concorso dell’Ansa
ansa-met

Generazione Erasmus racconta la Ue. Un concorso dell’Ansa

Inviati dell’ANSA per un giorno: la generazione Erasmus racconta l’Europa. E’ il nome del concorso giornalistico promosso dall’Agenzia ANSA, con il supporto del Parlamento europeo, destinato ai giovani di età compresa tra i 18 e i 26 anni, che abbiano partecipato al programma Erasmus e trascorso almeno un mese in un Paese diverso dal loro.

Occorre inviare un elaborato multimediale, un video della durata massima di tre minuti, in cui si parli dei molteplici aspetti dell’esperienza vissuta. I partecipanti verranno quindi considerati idealmente ‘inviati dell’ANSA per un giorno’ con l’obbiettivo di raccontare l’Europa, prendendo spunto dalle loro esperienze personali, dai fatti che li circondano, dalla analogie o dalle differenze tra i Paesi e tra i giovani europei. L’elaborato potrà anche considerare aspetti politici, di cronaca o di costume di una generazione che, attraverso lo studio e il lavoro in contesti culturali, sociali e politici anche molto diversi da quelli di provenienza, ha l’occasione di percepire e formare una propria identità europea di riferimento.

I premi per i primi tre classificati sono la pubblicazione dell’elaborato all’interno di uno speciale web dedicato al concorso e ai suoi vincitori con visibilità nella homepage di ansa.it e l’inserimento dei loro nominativi in una lista di giovani che saranno proposti al Parlamento europeo per una visita al Parlamento europeo di Strasburgo, con partenza da Milano.

I video dovranno essere inviati entro il 15 aprile all’indirizzo europa@ansa.it. Per conoscere tutte le modalità per partecipare al concorso è possibile consultare il regolamento pubblicato sul sito www.ansa.it/europa/index.html

Riguardo Massimiliano Purpura

Massimiliano Purpura
Esperto in giornalismo multimediale, che si occupa – fra l’altro – soprattutto della gestione del sito web dell'Ersu in relazione all’attività di webmaster e web designer e della gestione dei social network.

Leggi anche

Acqua Passata_new1 copia

ACQUA PASSATA¿: L’ARTE PER I DIRITTI UMANI MARTEDÍ 1 OTTOBRE ALLE 19 IN PIAZZA DEL PARLAMENTO

IL PRESIDENTE DELLA FONDAZIONE FEDERICO II GIANFRANCO MICCICHÈ E IL DIRETTORE, PATRIZIA MONTEROSSO RICORDANO LE VITTIME DELLA TRAGEDIA DEL 3 OTTOBRE 2013 E I DICIOTTOMILA MIGRANTI MORTI, DA QUEL GIORNO, NEL MEDITERRANEO.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *