Home / #ErsuCultura / Festa delle donne, si celebra con lo spettacolo TADDRARITE a Castelvetrano
Taddrarite manifesto 8 marzo 2017

Festa delle donne, si celebra con lo spettacolo TADDRARITE a Castelvetrano

Si terrà giorno 8 marzo a Castelvetrano, presso il teatro Selinus, alle ore 20,30 lo spettacolo teatrale “Taddrarite”, vincitore a Roma nel 2014 del premio Fringe Festival, maggior riconoscimento nazionale per il teatro, e scelto a rappresentare l’Italia all’International Fringe Festival nel 2015 tenutosi a New York.

L’evento è promosso dall’associazione Palma Vitae di Castelvetrano, a sostegno delle donne in difficoltà e vittime di violenza e dall’associazione Siciliando di Palermo, con il patrocinio dell’ERSU di Palermo.

Posti liberi fino ad esaurimento. Per prenotazione e informazioni chiamare il numero 347 0114173

Taddrarite significa pipistrello, chi sono i pipistrelli? “I pipistrelli sono tutte quelle persone che vivono al buio, che si nascondono, che hanno paura del giudizio degli altri” afferma la regista Luana Rondinelli. “U scuro cummogghia tutti i cosi” (il buio nasconde tutto) dice con fermezza Franca in scena, da quel buio però la mie “pipistrelle” trovano il coraggio di riiniziare, di cercare uno spiraglio, perché non si può essere succubi di quella paura che ci spinge a vivere nascosti. Sempre Franca alla fine dello spettacolo dice “a nasciri n’avutra vota c’è sempi tempo” (a nascere un’altra volta c’è ancora tempo) bisogna solo trovare il coraggio”.

Questo è il messaggio che l’associazione Palma Vitae vuol trasmettere, attraverso questa serata, ed è anche il motivo per cui da Castelvetrano sta organizzando tutta una serie di eventi in giro per la Sicilia, per promuovere segnali di forza, coraggio, determinazione a quelle donne che non ce la fanno più a subire ma che vogliono cominciare a vivere in piena libertà, secondo quel valore che l’associazione sta portando avanti, il valore della “Bellezza dell’essere donne”.

L’associazione si occupa sul territorio di dare sostegno psicosociale e accoglienza alle donne in difficoltà e vittime di violenza e organizza eventi culturali per promuovere una nuova cultura del femminile, improntata al rinforzo della propria diversità come risorsa e strumento di cambiamento.

Taddrarite manifesto 8 marzo 2017

Riguardo Redazione

Redazione
Se vuoi collaborare, dando il tuo contributo con articoli, video e fotografie, invia una mail a ufficiostampa@ersupalermo.gov.it indicando nome, cognome, telefono e mail di riferimento e mettendo come oggetto “IoStudioNews”.

Leggi anche

WhatsApp Image 2019-04-02 at 18.43.20

L’Aeolian Vocal Ensemble vola a Riga

L'AEOLIAN Vocal Ensemble è in partenza per la Lettonia, dove parteciperà come unico coro italiano alla prestigiosa manifestazione internazionale Riga Sings International Choir Competition, che si svolgerà dall'1 al 5 maggio. L'Aeolian Vocal Ensemble è nato da un'idea di Monica Faja. Il suo nome è molto noto negli ambienti musicali della Città ed anche al di fuori di essa. Monica, insieme alle altrettanto celebri sorelle Flora e Roberta, tutte musiciste e cantanti, sono infatti virtuose figlie del compianto Maestro Angelo Faja, flautista e direttore d’orchestra di fama internazionale che è stato per vent’anni maestro preparatore dell'Orchestra Giovanile Italiana. Le tre artiste sono inoltre nipoti del Maestro Norino Buogo, illustre docente di Solfeggio e Teoria Musicale, colonna del Conservatorio Scarlatti di Palermo, e che è stato anche lui per molti anni Direttore di Coro. Monica, pensando a come i suoi studenti potessero approcciarsi attivamente alla musica anche fuori dalla scuola, ha costituito, richiamando un gruppo di ex allieve, un coro di voci bianche tutto al femminile. Le componenti del gruppo sono poco più di 30, principalmente tra i 14 e i 24 anni, tutte provenienti dall’esperienza del Coro di Voci Bianche della Scuola “A. Pecoraro” di Palermo. Il repertorio scelto, senza preclusione di genere, epoca, lingua e nazionalità, pone una particolare attenzione al Classico Contemporaneo (Erika Budai, Rupert Lang, Eric Whitacre, Fabio Alberti, Karl Jenkins, Susanne Lindmark, John Rutter; David L. Brunner; John Hatfield; Loreena McKennitt;…) evidenziando una ricerca approfondita sulle nuove tendenze musicali in fatto di coralità, senza tralasciare il doveroso aggancio con il repertorio tradizionale (Vivaldi, Bach, Pachelbell, Purcell, Strauss). Non mancano i brani arrangiati e riorganizzati dal gruppo in funzione del coro. ll repertorio alterna brani a cappella con altri con accompagnamento pianistico e percussioni, curato rispettivamente dai maestri Rosalba Coniglio e percussioni Gaspare Renna, i quali accompagneranno il coro nella trasferta lettone. Durante l’esibizione il coro intreccia il suo canto con particolari movimenti scenici appositamente studiati dalla formazione,guidata dalla coreografa Sabrina Piazza. La combinazione di movimenti simbiotici alle armonie, ritmi e vocalità dà vita ad una autentica esperienza musicale sia per gli artisti che per gli spettatori. regalando un’esperienza a tutto tondo, diversa dalla stereotipata staticità delle formazioni corali. L'insieme di tutte queste caratteristiche rende l''”Aeolian Vocal Ensemble” l’unico coro femminile di questi tipo presente in Sicilia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *