Home / #ErsuCultura / 13° Festival Internazionale Palermo Classica. Chiara Civello inaugura la Jazz Section
foto Chiara Civello credits Arturo Di Vita

13° Festival Internazionale Palermo Classica. Chiara Civello inaugura la Jazz Section

29 luglio ore 21.30 – Chiostro Palazzo Chiaramonte – Steri Hall

 

Info biglietteria e programma www.palermoclassica.it https://www.palermoclassica.it/palermo-classica-festival-2/

 

Abbonamenti ad una estate di Musica Classical and Jazz

 

Chiara Civello inaugura la Jazz Section, curata dalla Fondazione Orchestra Jazz Siciliana – The Brass Group, del Festival Internazionale Palermo Classica con lo spettacolo “Sono Come Sono” in scena con il nuovo tour 2023, in un live che muovendosi tra jazz, pop e musica d’autore, attraversa tutta la sua carriera. Appuntamento il 29 luglio alle ore 21.15 a Palazzo Chiaramonte – Steri Hall.

In scena Chiara Civello, un nuovo spettacolo per la cantante, compositrice e polistrumentista italiana, che si riallaccia al ciclo di date primaverili che hanno fatto registrare numerosi sold-out e sarà accompagnata da Dario Bassolino alle tastiere e synth, Ameen Saleem al contrabasso e Stefano Costanzo alla batteria.

 

“Sono Come Sono” è il richiamo diretto al titolo dell’ultimo singolo dell’artista, un brano che è un inno alla libertà di essere e di amare, in cui Chiara Civello continua a propagare uno dei topos della sua carriera, la libertà di essere ciò che si è senza dover necessariamente appartenere ad un genere o uno stile.

 

“Questa tournée rappresenta il punto di congiunzione delle mie due anime, l’anima autorale e quella da interprete” – sottolinea Chiara Civello. “Nel repertorio spazio dalle mie canzoni originali, scritte insieme a Bacharach, Bianconi, Dimartino a brani di altri grandi che da sempre costellano il mio percorso: Michel Legrand, Ennio Morricone, Sergio Endrigo, e tanti altri”. Un attraversamento del percorso artistico di una musicista che da sempre si mostra avidamente aperta sul mondo, la cui musica potrebbe essere definita da una serie di ossimori: naturalmente sofisticata, globale e italiana.

 

Dagli esordi a New York, alle collaborazioni brasiliane, agli incontri e ai featuring con musicisti provenienti da tutto il mondo, la forte formazione internazionale di Chiara Civello rappresenta da sempre il suo tratto distintivo, uno stile che l’artista ha sin dagli esordi fatto dialogare con le sue radici italiane, ibridando i linguaggi e sperimentando senza paura di osare. I musicisti che la accompagnano nel corso del tour tengono fede a questo imprinting, “sono musicisti con una versatilità una storia e una sensibilità che li rende pronti a ogni volo, a personalizzare i contesti musicali su cui scelgo di affacciarmi”.

 

“Da Stefano Costanzo, un improvvisatore radicale, che entra ed esce dalla forma, perdendosi per poi ritrovarsi sempre, ad Ameen Saleem, musicista di Washington DC, che mi riconnette ai miei esordi americani, sino a Dario Bassolino, con cui abbiamo più punti di congiunzione, da Pino Daniele a tutti i grandi della musica da film. Tre persone dalla sensibilità fuori dal comune, che si alterneranno in delle date con Paolo Petrella (Nu Genea) e Seby Burgio, altro musicista che mi ha accompagnato per tanti anni”, evidenzia Chiara Civello.

 

Il percorso musicale di Chiara Civello inizia a Boston e New York, città in cui si forma artisticamente ed entra in contatto con personaggi come Burt Bacharach e Tony Bennett che la definisce la miglior cantante jazz della sua generazione; è stata la prima italiana a incidere per la leggendaria etichetta Verve. In Brasile trova un’altra casa collaborando con Chico Buarque, Ana Carolina, Maria Gadù, Gilberto Gil, Daniel Jobim e tantissimi altri. Attualmente, tra le altre cose, cura la direzione artistica di Festambiente Sud, l’eco-festival ufficiale di Legambiente per il Sud Italia. Artista e donna avventurosa, ha metabolizzato le culture dei continenti che ha attraversato e oggi parla e canta in inglese, italiano, portoghese, spagnolo e francese, senza mai prendere fissa dimora, né in una città, né in uno stile.

 

Per la Jazz Section saranno sei gli appuntamenti previsti dopo Chiara Civello, il 6 agosto con Yamandu Costa & Francesco Buzzurro, il 10 sarà la volta di Daria Biancardi, il 26 salirà sul placo la voce del noto speaker radiofonico Nick The Nightfly, per continuare con Anna Bonomolo, Jany McPherson e chiudere con Diego Spitaleri.

 

I biglietti sono acquistabili online su: https://brassgroup.organizzatori.18tickets.it/film/27509/dfe64499-43c7-450a-9329-805148976727.

foto Chiara Civello credits Arturo Di Vita

Riguardo Redazione

Redazione
Se vuoi collaborare, dando il tuo contributo con articoli, video e fotografie, invia una mail a ufficiostampa@ersupalermo.gov.it indicando nome, cognome, telefono e mail di riferimento e mettendo come oggetto “IoStudioNews”.

Leggi anche

IMG-20240608-WA0003

LE NUOVE ESTETICHE MUSICALI NEL XXI SECOLO, SEMINARI INCONTRI CON MUSICOLOGI E COMPOSITORI

Al Conservatorio Alessandro Scarlatti di Palermo. Giorno Venerdì 14 giugno. Seminario ore 10.00-13.00/ 15.00-18.00 Sala Mannino - Recital ore 18.30 Sala Ferrara. Ingresso libero su prenotazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *