Home / #EatSicily / Speciale Olio IGP Sicilia. La festa è stata un vero successo
IgpOlio Siciilia

Speciale Olio IGP Sicilia. La festa è stata un vero successo

degustazione di successo per i prodotti siciliani a Bruxelles
degustazione dei prodotti siciliani a Bruxelles

L’evento al parlamento europeo di Bruxelles del 25 maggio scorso sull’IGP olio d’oliva siciliano ha visto il coinvolgimento della gran parte dei produttori siciliani olivicoli di qualità. Ogni produttore ha inviato alcuni campioni dei propri prodotti per esporli e per consentirne la degustazione alla platea internazionale.

Un workshop che però non si è fermato solo all’olio extravergine di oliva: la parlamentare europea Michela Giuffrida, componente della Commissione Ue per l’Agricoltura che ha organizzato l’evento, infatti, ha colto l’occasione per fare conoscere agli stakeholder presenti nella capitale europea anche altre eccellenze dell’agricoltura siciliana. Una bella festa quella organizzata dalla parlamentare europea a cui sono accorsi tanti imprenditori siciliani del settore ma anche lo stesso assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici.

il barone nero, uno dei protagonisti di casa Zappalà a Bruxelles
il barone nero, uno dei protagonisti di casa Zappalà a Bruxelles

Con i suoi prodotti caseari siciliani di qualità era presente Rossano Zappalà dell’omonima azienda di Zafferana Etnea che ha deliziato le centinaia di presenti con diverse varietà di formaggi siciliani DOP, come il canestrato a pasta cotta di latte ovicaprino e il pecorino fresco. Il Barone Nero, Il vicerè, Il sarracino, il Principe di Trinacria – solo per fare un esempiohanno conquistato il palato internazionale dei presenti in pochissimi istanti.

Almeno duecento kg di pane preparati nel forno di pietra

il pane di Vescera ha fatto da base per l'assaggio di tutti gli oli siciliani
il pane Vescera ha fatto da base per l’assaggio di tutti gli oli siciliani

con cottura a legna sono arrivati direttamente da Carlentini insieme a Francesco Vescera che, oltre a recuperare la tradizione della lavorazione, sta recuperando l’uso dei grani duri siciliani moliti a pietra: Tumminia, Russello e Margarito solo per fare un esempio. Vescera, conosciuto anche per la sua ricerca sulle sementi antiche,  fa parte di una famiglia di panificatori che trae le origini dell’attività nell’anno 1890. Da anni porta avanti il suo lavoro anche in collaborazione con la Stazione Sperimentale di Granicoltura di Caltagirone, l´Università di Catania e altri enti di ricerca per riportare alla luce genomi di grani siciliani antichissimi. Vescera ha i suoi punti di forza nel grano antico e salutare, la molitura a pietra, la trasformazione attraverso il “crescente” e la cottura nel forno di pietra a legna. A Bruxelles il suo pane è stata la base per la degustazione degli olii siciliani.

sale marino e origano dei monti Iblei hanno condito il pane Vescera di Carlentini cotto a legna nei forni di pietra
sale marino e origano dei monti Iblei targati Frantoi Cutrera hanno condito il pane Vescera di Carlentini cotto a legna nei forni di pietra

Pane e olio sono stati serviti con sale prodotto nelle saline trapanesi e aromatizzato con origano dei monti Iblei offerti dai Frantoi Cutrera di Chiaramonte Gulfi che, quindi, non hanno portato soltanto prodotti oleari per la degustazione, ma anche i loro “segreti di Sicilia”.

Fra gli oleifici era presente anche gli oleifici Barbera dell’omonima azienda olearia palermitana fondata nel 1894 che ha anche creato una bottiglia celebrativa dell’evento consegnata alle massime autorità dell’UE.

Manfredi Barbera ha realizzato anche una bottiglia commemorativa per l'evento IGP del 25 maggio 2016
Manfredi Barbera ha realizzato anche una bottiglia commemorativa per l’evento IGP del 25 maggio 2016

Oggi l’azienda è guidata da Manfredi Barbera, rappresentante della quarta generazione della famiglia. I suoi obiettivi principali sono il perfezionamento della qualità e l’internazionalizzazione dell’azienda. Manfredi ha dedicato al figlio Lorenzo, di appena quattro anni, il primo olio denocciolato dal nome “Lorenzo n°5”, frutto della  Nocellara del Belice.

Non poteva mancare il vino siciliano arrivato grazie alla collaborazione con Istituto vite e olio e Assovini, espressione associativa delle aziende vitivinicole siciliane che raccoglie l’adesione di circa ottanta imprese vitivinicole.

Ma erano presenti tanti altri imprenditori di successo del settore oleario di qualità come Nino Centonze di Castelvetrano, un veterano dell’agricoltura biologica: dal 1953 con il marchio “Centonze – Case di Latomie” lavora sulla qualità. Alla  festa dell’olio presenti anche anche tanti rappresentanti di gruppi di imprenditori agricoli come  Sebastiano Di Mauro del “gruppo di azione locale Natiblei” che lavora per lo sviluppo agricolo del sud est siciliano.

il cioccolato di Modica ha conquistato anche il Belgio
il cioccolato di Modica ha conquistato anche il Belgio

Tra lo stupore dei presenti – nella terra belga del cioccolato – anche il cioccolato Di Lorenzo di Modica che con l’aggiunta del finocchio selvatico è un gusto difficile da imitare per la sua unicità. La collaborazione sul prodotto è stata possibile grazie al Consorzio del cioccolato  modicano che sta lavorando per l’IGP considerato anche che la lavorazione a freddo e senza burro è solo modicana.

E per chiudere i dolci della catanese “nonna Vicenza” che con le “olivette di Sant’Agata” e i frutti di marzapane ha letteralmente preso per la gola i presenti.

Riguardo dario.matranga

dario.matranga
Dario Matranga, classe '65 palermitano, è il direttore responsabile del giornale IoStudio fondato 2005 . Giornalista professionista, è anche capo Ufficio Stampa dell'Ersu da maggio 2000. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e radiofoniche e ha lavorato in uffici stampa nazionali e internazionali per organizzazioni giovanili e sindacali. E' impegnato anche nel mondo dell'associazionismo sindacale. La mail a cui potete scrivergli è ufficiostampa@ersupalermo.gov.it oppure dario.matranga65@gmail.com

Leggi anche

girasole_news

UE, le previsioni economiche di estate 2019

Nonostante le previsioni di crescita positive per il 2019, le tensioni commerciali e le incertezze …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *