Home / #OltreUnipa / Il Grand Tour d’Italia di Google a Palermo (2 VIDEO)
gran tour google

Il Grand Tour d’Italia di Google a Palermo (2 VIDEO)

Arriva a Palermo il viaggio virtuale di Google Arts & Culture  per celebrare i capolavori del passato, scoprire curiosità e storie legate alla cultura, allo sviluppo urbano, alle innovazioni del nostro Paese.

Il Grand Tour d’Italia è un viaggio tra alcuni dei tesori culturali, dei capolavori e delle tradizioni del nostro Paese che oggi rivivono online attraverso la tecnologia, sulla piattaforma Google Arts & Culture o visitando g.co/grandtour. Il progetto è realizzato, in Sicilia, in collaborazione con il Teatro Massimo, il Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO che hanno curato i contenuti delle storie e delle mostre digitali e con il supporto della Camera di Commercio e il Comune di Palermo.

La tappa di Palermo è stata inaugurata oggi alla sala Onu del Teatro Massimo, alla presenza di Francesco Giambrone, sovrintendente del Teatro Massimo di Palermo; Enrico Bellini, public policy manager di Google; Leoluca Orlando, sindaco di Palermo;  Paolo Petrocelli, presidente del Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO; Alessandro Albanese, presidente della Camera di Commercio di Palermo.

Grazie al Grand Tour d’Italia, utenti da ogni parte del mondo possono rivivere tradizioni senza tempo, guardare da vicino capolavori ad altissima risoluzione e scoprire innovazioni, che hanno cambiato per sempre il mondo moderno: 4 città (Venezia, Siena, Roma e Palermo), 10 Cardboard tour, 25 video, 21 Tour con tecnologia Street View, 38 mostre digitali, oltre 1300 tra immagini, fotografie e video per scoprire curiosità, storie legate alla cultura e all’intrattenimento, ma anche alla scienza, allo sviluppo urbano, alla tecnologia e molto altro ancora.

20171020_175512A Palermo, questo viaggio diventa anche un’esperienza reale. Dal 20 al 22 ottobre, lo spazio allestito nella Sala Onu del Teatro Massimo, si animerà di installazioni e di tecnologia Google e aprirà le porte gratuitamente ai palermitani per permettere loro di scoprire come queste storie affascinanti prendono vita, celebrando i tesori della città, e molto altro. Tutto questo grazie alle più avanzate tecnologie di Google, da Earth VR fino a Tilt Brush.

Chiunque potrà provare l’emozione di entrare nel Teatro Massimo Vittorio Emanuele di Palermo, il più grande edificio teatrale lirico d’Italia, e uno dei più grandi d’Europa, un tempo frequentato esclusivamente dalla élite della città, e oggi un punto di riferimento aperto a tutti. Qui sarà anche possibile ammirare opere in 3D realizzate con la tecnologia di Google Tilt Brush.

Grazie a Google Earth VR, ci sarà poi spazio per approfondire le meraviglie della Cappella Palatina e del Castello della Zisa: costruito dai normanni nel 1164, quest’ultimo vanta un sistema di ventilazione che ha anticipato di otto secoli e mezzo i modelli sostenibili moderni di aria condizionata, grazie a una piscina, una fontana, due camini di ventilazione e dei teli inumiditi. Ma le bellezze architettoniche da apprezzare non si esauriscono qui: sarà infatti possibile esplorare magnifici esempi di architettura arabo-normanna così come le influenze liberty che pervadono la città. Il tutto, senza dimenticare le leccornie dei mercati Palermitani, culla del moderno Street Food, tra usi, costumi e ghiottonerie locali.

Lo spazio, allestito nella Sala Onu del Teatro Massimo, sarà aperto a tutti venerdì 20 ottobre, dalle 15 alle 22, sabato 21 ottobre, dalle 9,30 alle 24, e domenica 22 ottobre, dalle 9,30 alle 22, con installazioni digitali che celebrano i tesori della città. In programma incontri e workshop formativi in città per diffondere le competenze digitali e preparare i cittadini ad un futuro digitale.

Per maggiori informazioni – g.co/grandtour

Tutte le immagini e gli Street View tour sono disponibili visitando: https://www.google.com/streetview/#grand-tour

Google Arts & Culture è un nuovo spazio online che permette agli utenti di esplorare le opere d’arte, i manufatti e molto altro di oltre 1.000 musei, archivi e organizzazioni che hanno lavorato con il Google Cultural Institute per trasferire online le loro collezioni e le loro storie. Disponibile sul Web da laptop e dispositivi mobili, o tramite l’app per iOS e Android, il sito è pensato come un luogo in cui esplorare e assaporare l’arte e la cultura online. Google Arts and Culture è una creazione del Google Cultural Institute.

 

Riguardo dario.matranga

dario.matranga
Dario Matranga, classe '65 palermitano, è il direttore responsabile del giornale IoStudio fondato 2005 . Giornalista professionista, è anche capo Ufficio Stampa dell'Ersu da maggio 2000. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e radiofoniche e ha lavorato in uffici stampa nazionali e internazionali per organizzazioni giovanili e sindacali. E' impegnato anche nel mondo dell'associazionismo sindacale. La mail a cui potete scrivergli è ufficiostampa@ersupalermo.gov.it oppure dario.matranga65@gmail.com

Leggi anche

APRE_Magazine_N11

Online l’undicesimo numero di APREmagazine

Pubblicato online l’undicesimo numero di APREmagazine, la rivista dell’APRE, Agenzia per la Promozione della Ricerca …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *