Home / #Ambiente / Karìbu: una donna, una grande avventura
evento 8 giugno 2022

Karìbu: una donna, una grande avventura

Giorno 8 Giugno 2022, alle ore 15.30, verrà presentato, per iniziativa del CIR Migrare, il volume “Karìbu – Lo Zambia, una donna, una grande avventura”, di Cristina Fazzi e Lidia Tilotta.

Cristina Fazzi è un medico che vive da più di venti anni in Zambia, mentre Lidia Tilotta è una giornalista della RAI in servizio presso la sede di Palermo.

L’incontro si svolgerà presso l’Aula Maurizio Ascoli del Policlinico universitario Paolo Giaccone.

Un’occasione di confronto per i nostri giovani con realtà conosciute soltanto in modo superficiale; un’occasione per meglio comprendere le problematiche che, una volta usciti dall’università, ci si troverà a dovere affrontare.

Nel corso dell’incontro i partecipanti avranno la possibilità di interloquire con le autrici che confidano, oltre che nella presenza degli studenti, anche in una loro partecipazione attiva, nella certezza che la presentazione del volume stimolerà curiosità e interesse in molti di loro.

 

Straordinari vita e lavoro di Cristina Fazzi, mamma, medico, donna fuori dal comune, sospinta da una forza incredibile. Lasciata Enna nel 2000 per trasferirsi momentaneamente nello Zambia, Cristina sarebbe dovuta rientrare in Italia dopo sei mesi, invece non è più tornata e da allora ha realizzato progetti impensabili in un’area vastissima del Paese, portando medicinali, vaccinando e visitando decine di migliaia di bambini; realizzando pozzi e strutture sanitarie; lottando contro la malnutrizione; scontrandosi con pregiudizi e superstizioni per combattere l’ignoranza e malattie come l’Aids.

È la storia, la sua, di una battaglia senza sosta contro miseria e ingiustizia e per l’affermazione di un nuovo modello di sviluppo che ripensi totalmente i rapporti di forza internazionali. Ma anche la vicenda di una donna che da single si è battuta e ha vinto perché l’Italia riconoscesse l’adozione zambiana di suo figlio Joseph. E di figli, in affido perché non adottabili, oggi ne ha altri sette.

Il programma

Dopo i saluti di Massimo Midiri (Magnifico Rettore Università di Palermo), si parlerà delle attività del CIR e il lavoro di cooperazione internazionale, con Aldo Schiavello Direttore C1R Migrare.

Alle 15.40, presentazione del libro Karibù con le autrici Palmira Immordino (Vice-Direttore 1R Migrare), Cristina Fazzi (Medico co-autrice del libro), Lidia Tilotta (scrittrice, giornalista e co-autrice del libro con Picone, Coordinatore Scientifico CIR Migrare).

 

Chi sono le autrici

Cristina Fazzi è un medico siciliano che dal 2000 vive in Zambia, dove ha fondato la Ong Twafwane

association. Gestisce progetti umanitari socio-sanitari in una vasta area del Paese, dai villaggi più remoti alle baraccopoli delle grandi città. Nel 2013 è stata nominata Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana. In Italia, per sostenere i suoi progetti è nata, a Enna, l’associazione Jatu.

Lidia Tilotta, scrittrice e giornalista, è caposervizio del Tgr Sicilia, testata regionale della Rai. E’ tra i curatori della rubrica Mediterraneo (Rai3), di cui è stata anche conduttrice e inviata.

Nel 2016 ha scritto con Pietro Bartolo Lacrime di sale (Mondadori), tradotto in quindici lingue.

Riguardo dario.matranga

dario.matranga
Dario Matranga, classe '65 palermitano, è il direttore responsabile del giornale IoStudio fondato 2005 . Giornalista professionista, è anche capo Ufficio Stampa dell'Ersu da maggio 2000. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e radiofoniche e ha lavorato in uffici stampa nazionali e internazionali per organizzazioni giovanili e sindacali. E' impegnato anche nel mondo dell'associazionismo sindacale. La mail a cui potete scrivergli è ufficiostampa@ersupalermo.gov.it oppure dario.matranga65@gmail.com

Leggi anche

emabec-presentazione

PUBBLICATO IL BANDO DEL MASTER BENI CULTURALI E PATRIMONIO UNESCO: SCADENZA 21 GIUGNO 2022

Il Master universitario di II livello in Economia e Management dei Beni Culturali e del …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *