Home / #ErsuCultura / World Press Photo Exhibition 2017 a Palazzo Bononcore
La fotografia vincitrice del 2017
La fotografia vincitrice del 2017

World Press Photo Exhibition 2017 a Palazzo Bononcore

Per la prima volta a Palermo la mostra del World Press Photo

Venerdì 1 settembre si è inaugurata a Palazzo Bonocore la mostra 2017 del World Press Photo, il più importante premio internazionale per il fotogiornalismo. La mostra sarà ospitata fino al 24 settembre nello storico palazzo che si affaccia su Piazza Pretoria e presenta le 150 immagini dei vincitori di tutte le categorie in concorso.  Tra queste anche quelle del vincitore assoluto di quest’anno Burhan Ozbilici autore degli scatti che documentano l’assassinio dell’ambasciatore russo in Turchia avvenuta ad Ankara il 19 dicembre 2016.

La mostra ha preso il via con una preview per la stampa a cui erano presenti Paul Ruseler curatore del World Press Photo e Vito Cramarossa presidente di Cime, la società pugliese che quest’anno, dopo molti anni in cui in Italia arrivava solo a Roma o a Milano,  a scelto Palermo come sede dell’evento. All’inaugurazione era inoltre presente Manoocher Deghati fotogiornalista pluripremiato, mebro della giuria del premio e direttore dell’unità fotografica delle Nazioni Unite e di AINA ossia l’Istituto di Photogiornalismo in Afghanistan, che il 2 settembre ha anche realizzato una public lecture nel corso degli eventi collaterali collegati alla mostra.

Fitto infatti il programma di eventi che a partire dal 7 settembre si succederanno nella sede della mostra. Non solo fotografia quindi ma performance musicali e letture publiche con i fotoreporter Gianni Cipriano, Francesco Bellina e Mathieu Willcocks.

Una occasione importante per Palermo che ospita per la prima volta un evento internazionale così importante, segno sicuramente che Palermo oggi si pone, come ha detto sia Manoocher Deghati sia Vito Cramarossa, come crocevia di popoli e culture in un momento storico così delicato per il nostro pianeta e che sempre più rivendica il suo ruolo culturale a livello internazionale.

La mostra è visitabile tutti i giorni fino al 24 settembre dal lunedì al giovedì dalle 10.00 alle 20.00 e dal venerdì alla domenica dalle 10.00 alle 22.00 il costo del biglietto è di 5 euro.

 

Riguardo Gianfranco Spatola

Gianfranco Spatola
Palermitano, medico e fotografo dopo diversi anni come fotoreporter, divenuto ricercatore universitario inizia ad utilizzare le sue conoscenze fotografiche nel campo della ricerca medica e in particolare nell’utilizzo di microscopi e software di analisi d’immagine. Essendo a Parigi nei giorni dell’attentato al Bataclan del 2015 realizza diversi scatti che oggi, su invito dell'ERSU, risultano visibili come installazione permanente al pensionato universitario S. Saverio di Palermo in un aula dedicata proprio al Bataclan. Nel 2013 e nel 2014 tiene un “Laboratorio di Fotografia e fotografia teatrale e di scena” per il corso di Laurea magistrale in Teatro Cinema e Spettacolo multimediale della Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Palermo.

Check Also

22491602_10155321059289864_3730265403318898335_n

VIOLENZA SULLE DONNE: “IL CORAGGIO DI REAGIRE” #orangetheworld

Dopo il successo di contenuti e di pubblico della manifestazione dello scorso anno a Palazzo …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *