Home / #OltreUnipa / Giornata della Memoria-“vittime di mafia: Quale Giustizia?”
Foto di Letizia Battaglia
Foto di Letizia Battaglia

Giornata della Memoria-“vittime di mafia: Quale Giustizia?”

La mafia è ciò che, purtroppo ha dato triste fama alla nostra terra per anni. La lotta al fenomeno mafioso è un chiodo fisso di ogni cittadino che nutre fiducia nelle istituzioni dello Stato e che non cede al ricatto.

Grandi uomini hanno speso parole al riguardo; molti di loro hanno dovuto pagare con la vita certe manovre giudiziarie o certe azioni. La lotta si è snodata per anni alla ricerca di una conclusione che sembra non arrivare: la mafia di oggi non è più quella delle stragi ma è silente, agisce nell’ombra per non scomodare troppe persone e per far sì che si possa vivere con apparente tranquillità. Ciò mentre gli affari continuano: dallo spaccio di droga al traffico di rifiuti, dal racket agli appalti, i mafiosi cercano di tenere politica e popolo sotto controllo.

Come reagire? Lottando e ricordando. Lottare in sede istituzionale, affinché si instauri una nuova relazione di fiducia nei confronti dello Stato e della Giustizia; ricordare chi ha lottato perché solo la storia può darci degli esempi e, per nostra fortuna, quegli esempi hanno un nome: Falcone, Borsellino, Chinnici, Impastato, Mattarella, Dalla Chiesa e tantissimi altri che hanno rappresentato nuove frontiere della lotta all’illegalità.

Per ricordare i loro nomi e le loro gesta c’è la celebrazione della Giornata della Memoria per le vittime della Mafia che si terrà il 21 Marzo.

Quest’anno anche un seminario, che tenuto nell’aula Magna della facoltà di Giurisprudenza per le 15.30, dall’organizzazione studentesca ContrariaMente-RUM, intitolato  “Vittime di Mafia: quale Giustizia?” a cui presenzieranno il docente di procedura penale Giuseppe Di Chiara, il procuratore della Repubblica Antonino Di Matteo, il giornalista Giuseppe Lo Bianco, il Gip del Tribunale di Palermo Lorenzo Matassa e il Presidente dell’associazione anti racket “Libero Futuro”, Giuseppe Todaro.

Riguardo Pietro Falzone

Leggi anche

SMOda 2017.1

Torna SMODA. Appuntamento sabato 14 settembre al Palazzo delle Poste a Palermo

Stanno per arrivare gli Alieni, manca poco… A 50 anni dal primo piede sulla Luna …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *