Home / #CampusLife / Viale delle Scienze: abbattimento dei costi di energia elettrica
universita-palermo-535x300

Viale delle Scienze: abbattimento dei costi di energia elettrica

Unipa lavora per l’abbattimento di circa il 70 per cento dei costi di energia elettrica all’interno della cittadella universitaria di viale Delle Scienze. Sotto il profilo organizzativo e gestionale, si tratta di una apprezzabile misura per ottimizzare la spesa. Il risparmio interesserà i costi dell’illuminazione stradale: è prevista la sostituzione dell’intero corpo illuminante e la costruzione di una struttura compatibile con la tecnologia a Led, con l’auspicio che il nuovo impianto possa durare per almeno dieci anni.

A comunicare l’iniziativa è l’Energy Manager dell’Ateneo Vincenzo Di Dio, docente del Dipartimento di Energia nella facoltà di Ingegneria dell’informazione e Modelli Matematici dell’Università di Palermo.

In merito alla misura, il docente ha dichiarato: “il risparmio nasce dalla riduzione sia della potenza impiegata che dell’energia consumata. La sostituzione dei corpi illuminanti del campus universitario consentirà un risparmio finale che oscilla tra il 60 e il 70 per cento. I punti luce esterni disseminati per Viale delle Scienze restano accesi tra le otto e le dieci ore, a seconda della stagione, e costituiscono un’importante aliquota di consumo che può essere radicalmente abbattuta, cioè dai 250 watt attuali impiegati in media, per ciascun corpo illuminante, si passerà ai 70 watt a Led nel corso dei prossimi mesi. Inizialmente sarà sostituito un terzo dei corpi illuminanti, ma con i fondi d’ateneo dovremmo coprire anche la rimanente parte”. 

Riguardo Salvatore Casarrubea

Salvatore Casarrubea
Classe '94, diplomato al Liceo Classico, attualmente frequento la facoltà di Giurisprudenza. Mail: salvocasarrubea@gmail.com

Leggi anche

Alberto angela Unipa

Laurea ad honorem ad Alberto Angela. La Lectio Magistralis

Un’iniziativa di grande successo, tenutasi nel Complesso Monumentale dello Steri, che ha visto esclusi i tantissimi studenti accorsi nelle prime ore della mattina. Un evento a ingresso libero che in realtà ha ospitato le cariche accademiche e la stampa escludendo i tanti giovani, veri e accorati ammiratori del noto divulgatore.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *