Home / #Ambiente / Ustica, un’isola da scoprire
img: tripadvisior.it
img: tripadvisior.it

Ustica, un’isola da scoprire

Un mare cristallino, tramonti da cartolina e una grotta azzurra da far invidia alle mete più esotiche. È Ustica, un’oasi incontaminata di pace e serenità lontana dal trambusto e dallo stress cittadino.
La costa dell’isola offre numerose alternative per godersi il sole e farsi un tuffo rinfrescante nell’acqua trasparente del mare. Dagli scogli alle calette rocciose, dalle piattaforme ai lidi attrezzati, quest’isola è in grado di accontentare qualsiasi esigenza.

img: hotelpuntaspalmatore.it
img: hotelpuntaspalmatore.it

Raggiungibile con l’aliscafo, con la nave o in catamarano, una volta lì si potrà scegliere se optare per il classico hotel o bed & breakfast oppure se affittare, anche per una settimana, una casa o una villetta. Se si sceglie quest’ultima alternativa sicuramente si avrà l’imbarazzo della scelta perché l’offerta è vasta e, durante il soggiorno, sarà possibile comprare frutta e verdura appena raccolte direttamente dai contadini e pesce freschissimo dai pescatori stessi che la mattina presto ritornano con le barche nel porticciolo.

img: villaggiopuntaspalmatore.com
img: villaggiopuntaspalmatore.com

Le attività di certo non mancano: per gli amanti delle immersioni è possibile ammirare da vicino i fondali unici della riserva marina e scoprire la fauna marittima grazie al mare trasparente.
Il giro dell’isola in barca, magari accompagnati da un pescatore, sarà l’esperienza più bella della vostra vacanza. Nuotare all’interno delle meravigliose grotte dell’isola vi regalerà un’emozione unica che solo Ustica è in grado di dare. La caratteristica peculiare dell’isola è, infatti, la presenza di numerose grotte che si aprono lungo le coste alte e scoscese. Nella Grotta Azzurra il mare assume un particolare colore turchino, la Grotta Verde presenta degli incantevoli riflessi color smeraldo, la Grotta Pastizza possiede antichissime stalattiti, la Grotta delle Barche, invece, prende questo nome perché è lì che un tempo i pescatori si rifugiavano nei momenti di burrasca e, per finire, la Grotta dell’Oro, è chiamata così per via delle sue pareti variopinte e scintillanti.
Anche a ferragosto sarà possibile trovare qualche offerta last minute per scoprire quest’isola dal fascino unico, non resta quindi che affrettarsi e prenotare.

Riguardo Giorgia La Marca

Leggi anche

la Copia_Allegato1_RAP-S.p.A._Brochure-info-sulla-raccolta-differenziata

Raccolta differenziata dei rifiuti. Il direttore dell’Ersu scrive agli studenti ospiti delle residenze universitarie

La lettera del direttore ERSU sul nuovo sistema di raccolta differenziata

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *