Home / #IoDicoLaMia / Unreal Engine, come sviluppare un videogioco dal nulla
Unreal Engine

Unreal Engine, come sviluppare un videogioco dal nulla

Moltissimi appassionati di videogames hanno sempre desiderato di poter creare un proprio videogioco. Alcuni di loro si sono arresi non appena hanno scoperto di dover far fronte all’arduo linguaggio di programmazione, scoraggiandosi e rassegnandosi alla complessità dei programmi di sviluppo per il software in questione.

Altri hanno, invece, seguito dei corsi formativi online su Udemy o su YouTube, le principali piattaforme molto ricche di tutorial di questo genere. In realtà, chi ha scelto di avventurarsi nel mondo della programmazione ha scoperto che esistono vari modi per sviluppare videogames di qualsiasi genere e per tutte le principali piattaforme in commercio (PS4, XBOX ONE, NINTENDO SWITCH, PC, Android e iOS).

Alcune metodologie sono più semplici rispetto all’utilizzo dei principali linguaggi di programmazione (C++ e altri). Uno dei maggiori software innovativi, che permette a chiunque di addentrarsi in questo fantastico mondo dello sviluppo videogames, è Unreal Engine: un motore grafico sviluppato da Epic Games che ha ormai raggiunto la quarta versione, dal 1998.

Con l’avanzare del tempo, Unreal Engine 4 è diventato gratuito e disponibile a tutti, mentre prima si necessitava di un abbonamento mensile per usufruire dello stesso servizio. Nel 2015 è anche stato annunciato che la Epic Games ricaverà, dai videogiochi che gli utenti svilupperanno, soltanto il 12% dei guadagni sulle vendite nell’Epic Store. I videogiochi creati da una singola persona o da un gruppo circoscritto, vengono chiamati “indie”(indipendenti), proprio perchè non dipendono da nessun altro editore. Il numero dei videogames indie è sempre in continua crescita e il ricavo derivante da uno solo di questi puo’ raggiungere soglie altissime, grazie anche all’avvio di campagne su Kickstarter che velocizzano il processo di vendita, dando una significativa spinta iniziale al prodotto in questione.

VideogameCosa rende Unreal Engine 4 una delle migliori tecnologie per sviluppare videogames? Senza ombra di dubbio l’avanzato sistema grafico che permette di creare contenuti di ottima qualità, oltre ad avere un intero Marketplace a disposizione per poter aggiungere alla propria libreria di programmazione elementi di ogni genere: personaggi tridimensionali, texture per colorare l’ambiente, modelli in 3D della vegetazione altamente definiti, strutture, oggetti ed effetti unici che daranno una forma propria al videogioco.

Perché è più semplice programmare con Unreal Engine 4?

Oltre a tener conto del fatto che è una piattaforma completamente gratuita, Unreal Engine ha un sistema di programmazione molto avanzato e semplice da utilizzare, poiché permette di sviluppare tramite Blueprints, senza dover imparare necessariamente il linguaggio C++. Il sistema a Blueprints non è altro che un metodo per programmare graficamente, tramite nodi e comandi in inglese. La conoscenza della lingua inglese è assolutamente necessaria per qualsiasi tipo di programmazione. Nello screen presente in basso è possibile prendere in considerazione la stringa di comandi che permettono ad un determinato personaggio di saltare all’interno del mondo di gioco: “InputAction Jump” sta per “Se è premuto il tasto assegnato al salto allora:”, “Branch on condition that: Can Jump” è una condizione che sta a significare “Se è vero o se è falso che il personaggio è in grado di saltare allora:”, se ci sono le condizioni per poter effettuare un salto si procederà con il comando “jump” dunque salterà e sarà attiva la variabile “Has jumped” che ci permetterà di intendere nel codice che il nostro personaggio è in aria e così via… con un po’ di pratica sarà facile imparare a distinguere ogni tipo di comando da applicare nei diversi contesti.

jumpCome è possibile introdurre oggetti tridimensionali nel proprio videogioco? La via più facile per inserire contenuti di questo tipo nel videogioco è quella di usare i modelli o i pacchetti disponibili gratuitamente nel Marketplace di Unreal Engine. Se si ritiene che questi modelli siano troppo carenti di definizione, sarà possibile acquistarne di nuovi, sempre nel Marketplace. In alternativa, si può scaricare un altro programma gratuito “Blender” che permette, con un po’ di pratica, di creare svariati oggetti in 3d, come quello riportato sotto.

Fontana

Siti utili:

https://www.unrealengine.com/en-US/what-is-unreal-engine-4

https://www.blender.org/

https://www.epicgames.com/store/it/

https://www.kickstarter.com/

Foto tratte dal videogioco che sto realizzando:

https://www.instagram.com/unrealjourney/

Riguardo Andrea Mirabile

Andrea Mirabile
Nato a Salemi. Studente di Scienze e Tecniche Psicologiche presso l'Università degli studi di Palermo.

Leggi anche

img: leviedeitesori.com

Le vie dei tesori: otto week end per scoprire la Sicilia

A Palermo saranno 170 i tesori aperti per l’occasione. Tante le attività tra visite guidate, concerti in oratori barocchi, passeggiate, degustazioni, visite teatralizzate, voli in piper, escursioni in barca a vela, giri a cavallo, parapendio sulla spiaggia di Mondello e tanto altro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *