Home / #OltreUnipa / Un’avventura lunga un anno: arriva l’InfoDay FeEL EWoS
LocandinaInfoDay27gennaio2017_00

Un’avventura lunga un anno: arriva l’InfoDay FeEL EWoS

Sei paesi europei, 66 scuole coinvolte, 296 volontari e 11.392 partecipanti. Sono solo alcuni dei numeri di FeEL EWoS, il progetto presentato alla Comunità Europea sul bando Erasmus+ Sport “not-for-profit sport event” ormai volto al termine.
Venerdì 27 gennaio 2017 si giunge alla definizione del progetto presentato alla Comunità Europea sul bando Erasmus+ Sport “not-for-profit sport event”. Parliamo di FeEL EWoS (Le Famiglie Vivono la Settimana Europea dello Sport) che in quasi dodici mesi di attività ha coinvolto bambini e famiglie di tutta Europa accomunati dalla consapevolezza dello sport come stile di vita e col fine ultimo di stimolare ad una vita più attiva. Alla base c’è la promozione dello sport tra giovani, adulti e persone anziane e l’impegno al miglioramento della qualità della vita e alla prevenzione per l’insorgenza di diverse malattie.
Allo I.E.ME.S.T. (Istituto Euro MEditerraneo di Scienza e Tecnologia) dove tutto è iniziato, e alla presenza dell’europarlamentare Salvo Pogliese, il team promotore del progetto e i numerosi volontari faranno il punto sui risultati ottenuti e sulle ambizioni per il futuro.  L’appuntamento è fissato per giorno 27 gennaio alle ore 16,30 presso lo IEMEST, Via Michele Miraglia 20, a Palermo.
Sarà l’occasione per presentare l’eBook con i materiali prodotti dai bambini coinvolti e per consegnare  gli attestati di partecipazione agli ambasciatori dello sport che hanno contribuito allo svolgimento delle attività del progetto “European Week of Sport (EWoS), Families Live European Week of Sport (FeEL EWoS)”.
Per continuare a seguire FEeL EWoS Italia nello step finale:

LocandinaInfoDay27gennaio2017_00

Riguardo Gaia Butticè

Leggi anche

150915450

EFFETTO CORONAVIRUS, L’ASSESSORE REGIONALE ALLA SALUTE RAZZA: “IN SICILIA LA SITUAZIONE È SOTTO CONTROLLO”

Dopo le criticità emerse in Lombardia e Veneto, stamane a Catania, nel Palazzo della Regione, …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *