Home / #ErsuCultura / Una Messa africana a Palermo. Domenica 3 febbraio in Cattedrale
WhatsApp Image 2019-01-11 at 13.47.45

Una Messa africana a Palermo. Domenica 3 febbraio in Cattedrale

La Cattedrale di Palermo ospita, domenica 3 febbraio alle ore 21, la Messa africana su musiche di padre Guido Hazen e Badara Seck. Accompagnamento di Douduou Diouf, del coro da camera del conservatorio A. Scarlatti di Palermo, del coro del quartiere Danisinni e dell’Orchestra interculturale e ensemble del Conservatorio. Dirigerà la Messa il Maestro Fabio Ciulla.

Nell’evento la sacralità della musica liturgica occidentale incontra il patrimonio ritmico e vocale del continente nero. Nella seconda metà del Novecento Padre Guido Haazen, frate francescano proveniente dal Belgio, realizzò in Congo la prima Messa con un coro di adulti e bambini della tribù Luba. Da questa esperienza nacque la Missa Luba, rappresentata per la prima volta nel 1958 ed entrata successivamente nei circuiti occidentali, diventando parte della cultura popolare. Padre Hazen ha il merito di avere creato questo primo meltin pot culturale dagli esiti felicissimi, in cui la polifonia vocale cristiana si intreccia con figurazioni ritmiche della tradizione musicale africana.

Badara Seck è un compositore e cantante senegalese. Appartiene da generazioni ad una famiglia di Griot, poeti e cantori che conservano e tramandano la cultura dell’Africa Occidentale attraverso i secoli. Badara Seck si è esibito in tutto il mondo con artisti di grande calibro senza mai venir meno al suo ruolo di portavoce dell’ identità africana in questo momento storico di grandi trasformazioni.

Anche Doudou Diouf è senegalese; dal 2011 ad oggi, dopo numerose esperienze in tutta Europa, ha animato con la sua musica e le sue danze centinaia di serate nei locali palermitani. Nel 2013 nasce la sua scuola, il Centro Latidou, con l’obiettivo di creare un centro in cui la musica e la danza etnica trovino un equilibrio perfetto, coinvolgendo nella maniera più naturale possibile tutte le persone che hanno voglia di emozionarsi.

Prende parte all’iniziativa anche il coro dei Danisinni, istruiti e guidati da Manlio Messina. Gli abitanti del quartiere sono già stati coinvolti in una esperienza teatrale, qualche mese fa, in cui il Teatro Massimo ha portato in scena L’Elisir d’amore” proprio nella scenografica fattoria sociale gestita dalla parrocchia S. Agnese.

Alla Messa è prevista la partecipazione del cardinale Corrado Lorefice.

WhatsApp Image 2019-01-11 at 13.47.45

Riguardo Giorgio Masi

Giorgio Masi
Nato a Palermo, ha conseguito la laurea in Musicologia al D.A.M.S. di Bologna. Tornato nella città natale, si interessa agli eventi culturali e musicali.

Leggi anche

DSC01902

Diego Spitaleri in concerto per presentare l’evento “Le Mani nel Jazz”

“Un evento nell’evento” quello proposto all’interno dell’iniziativa “Le Mani nel Jazz” con il concerto del musicista palermitano Diego Spitaleri che si esibirà al Real Teatro Santa Cecilia il 20 ottobre alle ore 19.00 assieme ai suoi amici Maestri della Fondazione the Brass Group. Con lui sul palco Vito Giordano solista dell’Orchestra Jazz Siciliana del Brass e Direttore della Scuola Popolare di Musica, Carmen Avellone, Giuseppe Costa, Fabio Lannino e l’allievo della Scuola Popolare di Musica del Brass Ciccio Foresta. Durante l’esibizione verrà proiettato un video che riprende i quadri appartenenti alla mostra “Le Mani nel Jazz” di Massimo Moavero, designer ed artista palermitano. L’amicizia tra Spitaleri e Moavero è di lunga data e per tale ragione i due artisti si sono uniti per realizzare un evento all’insegna dell’arte musicale e figurativa. Una passione dettata dalle note musicali che si concretizza grazie al concerto che Spitaleri dedicherà al pubblico presente con il contributo dei suoi amici musicisti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *