Home / #CampusLife / Un minuto di silenzio per ricordare Giuliano Di Trapani
UNIVERSITA_001_CITTADELLA-UNIVERSITARIA_GEN10_JPEG-HI-RES_PH.-GAIA-ANDERSON_IMG_0330

Un minuto di silenzio per ricordare Giuliano Di Trapani

Il Rettore Fabrizio Micari stamani, dopo la tragica morte del giovane studente in lettere, ha inviato una lettera a tutti i docenti e agli studenti dell’Ateneo per invitare a ricordare con un minuto di silenzio nel corso della mattinata di  Lunedì il giovane Giuliano Di Trapani.

“Voglio manifestare- ha scritto Micari– la mia più profonda compassione da padre di una ragazza coetanea di questo nostro studente e da rappresentante della comunità accademica, ed esprimere grande vicinanza alla famiglia per questa tragedia che ancora una volta ci fa riflettere sulla fragilità dei nostri giovani, sulla necessità di sostenerli nel loro percorso umano e di studio, e sul nostro doveroso impegno a dare loro fiducia nel futuro, nel merito, nel pieno soddisfacimento delle loro attese. Sono certo-continua Micari rivolto agli studenti e ai docenti– di interpretare la volontà ed il dolore di tutto l’Ateneo nell’invitare ad osservare un minuto di raccoglimento all’inizio di ogni lezione, lunedì 23 novembre”.
Tutte le associazioni studentesche, dopo la tragica notizia, hanno espresso la loro vicinanza alla famiglia.

Alla famiglia sono giunte anche le condoglianze del presidente dell’Ersu, Alberto Firenze.

Riguardo Angelo Casano

Angelo Casano
Nato a Pantelleria il 12-11-1991, studente presso il corso di laurea in medicina e chirurgia dove ha ricoperto la carica di rappresentante del corso di studi. Scrive anche per il blog www.agorapnl.it e www.infouni.it

Leggi anche

Alberto angela Unipa

Laurea ad honorem ad Alberto Angela. La Lectio Magistralis

Un’iniziativa di grande successo, tenutasi nel Complesso Monumentale dello Steri, che ha visto esclusi i tantissimi studenti accorsi nelle prime ore della mattina. Un evento a ingresso libero che in realtà ha ospitato le cariche accademiche e la stampa escludendo i tanti giovani, veri e accorati ammiratori del noto divulgatore.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *