Home / #unamarinadilibri / “Totò, l’ultimo sipario”, aspetti nascosti e racconti inediti della vita dell’attore a Una marina di libri
totò2

“Totò, l’ultimo sipario”, aspetti nascosti e racconti inediti della vita dell’attore a Una marina di libri

In occasione dei cinquant’anni dalla morte di Antonio De Curtis, in arte Totò, il libro “Totò, l’ultimo sipario”, scritto nel 2013 dal giornalista e scrittore palermitano Giuseppe Bagnati per Nuova Ipsa Editore, viene riproposto per raccontare aspetti celati della vita dell’attore partenopeo più famoso degli ultimi tempi.

totò

Aneddoti, racconti e approfondimenti sul quotidiano di Totò, si mescolano con il suo amore per l’arte e per il teatro. Proprio sul palcoscenico del teatro Politeama di Palermo, il 3 Maggio 1957, durante la tournèe teatrale “A prescindere”, l’attore diventa improvvisamente cieco, nella stessa città che aveva visto nascere la madre Anna Clemente. Nessuno degli spettatori si accorge del malore improvviso, e questo è un’ulteriore prova della grande professionalità e bravura dell’attore napoletano. Sulla madre di Totò il libro riporta la testimonianza della figlia del principe della risata, Liliana De Curtis, la quale ricorda come le origini palermitane della nonna rappresentarono una marcia in più per la loro famiglia.

Il volume ripercorre poi i momenti successivi all’insorgere della malattia, di quando, secondo la testimonianza diretta della compagna di Totò, Franca Faldini, l’attore venne accompagnato a Villa Igiea per essere visitato dall’oculista palermitano Giuseppe Cascio, il quale decretò il ritiro dalle scene per Antonio De Curtis.

Da quell’episodio nacquero polemiche e addirittura Totò.

E poi i racconti dei protagonisti di quello spettacolo: Franca Faldini, Franca Gandolfi, la moglie di Domenico Modugno, Mario Di Gilio, l’imitatore preferito di Totò.

 

Riguardo Marta Cianciolo

Marta Cianciolo
Studentessa al corso di studi in Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Palermo.

Leggi anche

19074881_10211092635929228_408521584_o

“Bianco Tenebra. Giacomo Serpotta, il giorno e la notte” di Luca Scarlini

In occasione di Una Marina di Libri, Luca Scarlini presenta il suo libro dedicato a Giacomo Serpotta, edito da Sellerio. La presentazione è stata un'orazione piena di curiosità e di spunti di riflessione sulla unicità della produzione serpottiana e un invito alla comunità siciliana a promuovere la più alta tutela delle opere dello stuccatore. Con queste premesse impossibile perdere il libro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *