Home / #ErsuCultura / “Theatrum ibidem erat eminentissimum”: nuove ricerche nell’agorà di Agrigento
e43f444eb728f68aa7d50bffa192a47f065d0f43

“Theatrum ibidem erat eminentissimum”: nuove ricerche nell’agorà di Agrigento

“Theatrum ibidem erat eminentissimum” è il titolo della mostra archeologica, dedicata alle nuove scoperte archeologiche nell’area dell’antica agorà di Agrigento, che sarà inaugurata oggi pomeriggio presso il Museo Archeologico “Pietro Griffo” della città dei Templi.
Nell’ambito del progetto di allestimento scientifico condiviso dal Parco Valle dei Templi, dal Polo Museale di Agrigento, dal Politecnico di Bari e dall’Università di Catania e con il coinvolgimento dell’Università Kore di Enna e l’Università del Molise, verrà esposta al pubblico una selezione di reperti significativi, provenienti dall’area del teatro ellenistico e dal tempio romano, oggetto di recenti ricerche, documentate negli apparati didattici a corredo dell’esposizione
La mostra sarà aperta al pubblico fino al 30 giugno e sarà visitabile anche in occasione delle Giornate FAI di primavera.

e43f444eb728f68aa7d50bffa192a47f065d0f43

Riguardo Marco Midulla

Leggi anche

qNNTOvZr

Il Quartetto Werther a Palermo per gli Amici della Musica

L’Associazione Siciliana Amici della Musica prosegue la sua stagione concertistica con un appuntamento che vede protagonista un giovane quartetto italiano. Lunedì 3 febbraio alle 17.15, sul palcoscenico del Politeama Garibaldi di Palermo, si esibirà il Quartetto Werther, formazione composta da Misia Jannoni Sebastianini al violino, Martina Santarone alla viola, Simone Chiominto al violoncello e Antonino Fiumara al pianoforte. Il programma prevede alcune raffinate pagine del repertorio cameristico, come l'opera 16 di Beethoven, di cui si commemora il 250°anniversario; il quartetto op 47 di Schumann e infine di Aron Copland il quartetto per pianoforte e archi, scritto dal compositore statunitense nel 1950.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *