Home / #OltreUnipa / Terzo Concorso Fotografico “Italian Liberty”
tratto da italytraveller.com
tratto da italytraveller.com

Terzo Concorso Fotografico “Italian Liberty”

La bellezza salverà il mondo” (Dostoevskij) Questo è il motto del terzo concorso fotografico a partecipazione gratuita “Italian Liberty”, nato per rendere omaggio e censire il meraviglioso patrimonio “Art Nouveau” italiano: ville, palazzi, monumenti, sculture ed arti applicate. Dopo il grande successo ottenuto dalle edizioni precedenti, la terza permetterà a chiunque di partecipare raccontando il Liberty in Italia sia con fotografie (massimo 30) che con la tecnica del video (solo 1 filmato). Una ulteriore categoria è stata aggiunta in questa edizione: “The World Art Nouveau” nata per raccontare le opere “Liberty” presenti fuori dall’Italia. È possibile, infatti, presentare 20 fotografie dedicate alle opere “Art Nouveau” estere. Saranno premiati venti finalisti: 12 per la categoria fotografica Italian Liberty, 3 per il video e 5 per la categoria “The World Art Nouveau”. Al concorso Italian Liberty, diretto da Andrea Speziali ed organizzato da Aitm Art, con il patrocinio dell’ Enit e altre prestigiose istituzioni, è possibile iscriversi gratuitamente entro il 31 ottobre 2015, per farlo bisogna compilare la domanda online o cartacea. Gli iscritti entro questa data hanno tempo di inviare i materiali entro il 7 novembre.

tratto da guidasicilia.it
tratto da guidasicilia.it

Liberty ( noto come Art Nouveau o stile floreale ) è il termine che indica una corrente di gusto che si è diffusa in Italia all’inizio del Ventesimo secolo, ispirandosi ai modelli dell’Art Nouveau ed attiva soprattutto nel campo delle arti decorative. La parola Liberty deriva dal nome dei grandi magazzini londinesi di Arthur Lesenby Liberty, specializzati in prodotti di gusto floreale. Essa nacque come protesta contro la sopravvivenza nell’arte dei vecchi motivi decorativi classici e gotici, e sostituì la ricerca di una visione più moderna e originale, che si ispirava alla natura, caratterizzandosi con l’uso di linee morbide e curve e forme asimmetriche. Nonostante la sua breve durata, l’Art Nouveau ebbe una vastissima diffusione in tutto il mondo, riuscendo a influenzare fino ai primi del Novecento le più varie forme dell’espressione creativa, dall’arredamento alla pubblicità, dall’architettura alla moda. Il massimo rappresentante dello stile Liberty a Palermo fu certamente Ernesto Basile e le sue opere ancora oggi decorano la città con i guizzi particolari propri dell’Art Nouveau. Essa giunse a Palermo in un momento di massimo splendore anche in campo economico: le migliori famiglie palermitane volevano dimostrare la propria prosperità anche attraverso la costruzione di ville e villini. In particolare, a inizio del Novecento si iniziò a costruire l’area di Mondello, il buen retiro palermitano sul mare. L’itinerario Liberty non può dunque prescindere da una visita anche presso la cittadina di Mondello, dove si trovano molti villini in stile. Per informazioni visitare www.italialiberty.it/concorsofotografico e per altre informazioni scrivere a info@italialiberty.it

Riguardo Alessandra La Marca

Alessandra La Marca

Leggi anche

agenda autismo

Autismo: nasce Blue Diary, l’agenda visiva gratuita che facilita la vita agli autistici

Per facilitare la vita agli autistici è nata l’agenda visiva gratuita Blue Diary, sviluppata dalla Gaudio Onlus, in …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *