Home / #OltreUnipa / Studiare in Europa: un bando INPS per borse di studio per master in Spagna
anno-estero-semestre-spagna-scuola-superiore

Studiare in Europa: un bando INPS per borse di studio per master in Spagna

Studiare in un altro paese europeo apre nuove ed ulteriori opportunità per i giovani di inserirsi da protagonisti in un mondo del lavoro sempre più competitivo e globale.

L’ INPS ha lanciato un bando di concorso per l’assegnazione di borse di studio per lo svolgimento di master universitari in Spagna .

Il bando è rivolto ai giovani (età inferiore ai 40 anni) in possesso di laurea triennale , figli di dipendenti o pensionati INPS iscritti al fondo credito o alla gestione dipendenti pubblici .

I giovani laureati avranno l’opportunità di iscriversi ai master di specializzazione del Campus Mare Nostrum , consorzio che riunisce le attività internazionali dell’ Università di Murcia e del Politecnico di Cartagena .

Per ciascun master sono eventualmente previsti requisiti specifici di accesso.

La borsa di studio INPS coprirà le seguenti spese:

  • iscrizione ai master del Campus Mare Nostrum a Murcia o a Cartagena
  • iscrizione ad un corso intensivo di lingua spagnola (con la possibilità di svolgere un esame di certificazione)
  • oneri per le attività formative connesse.

Inoltre sarà erogato un contributo forfettario di 3.300 euro per le spese di vitto ed alloggio , gli studenti inoltre svolgeranno un periodo di tirocinio retribuito separatamente della durata di due mesi.

Le domande dovranno essere inviate entro il 31 gennaio 2017

Per saperne di più visitare la pagina dedicata al bando INPS per master in Spagna sul sito del Campus Mare Nostrum

 

Riguardo Gaia Butticè

Gaia Butticè
Nata ad Agrigento il 12/03/1991, vivo tra Favara e Palermo. Ho una laurea in Lettere e sono al momento iscritta al secondo anno di Filologia moderna e italianistica

Check Also

Palazzo_Steri-500x319

Unipa, al via il Children’s voices for a new human space

Parte da UniPa il progetto “Children’s voices for a new human space” finanziato dal programma Erasmus + dell’Unione Europea

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *