Home / #IoDicoLaMia / Studenti contro il nuovo Isee: «Dove sono i nostri diritti?»
fotos

Studenti contro il nuovo Isee: «Dove sono i nostri diritti?»

Gli studenti dell’Università di Palermo tornano a farsi sentire nella loro strenua lotta contro i nuovi parametri adottati nel calcolo ISEE.

Stamattina, un gruppo di giovani aderenti alla piattaforma ormai virale “Studenti contro il nuovo Isee Palermo”, si è riunito davanti al Santi Romano per manifestare il dissenso generale degli universitari e per protestare contro il nuovo calcolo della situazione economica equivalente. Questo, «Ha impedito a 3500 studenti l’opportunità di fare richiesta dei benefici Ersu e ha comportato un notevole aumento delle tasse» afferma uno studente presente, che aggiunge: «Se almeno tale aumento fosse compensato e tradotto in servizi già si farebbe un passo avanti. Ma mancano anche i servizi essenziali, come maggiori alloggi, borse di studio, pasti gratuiti o trasporti. Tutti questi ‘beni’ dovrebbero essere garantiti in quanto diritti, ma purtroppo la situazione non migliora ma anzi sembra andare a peggiorare». Afferma un altro ragazzo: «In questo ateneo, è già andato perduto un terzo degli iscritti negli ultimi cinque anni e l’anno scorso tremila studenti non hanno completato la procedura di iscrizione perché non potevano permettersi di pagare tante tasse senza un sostegno per le varie spese che l’università comporta».

Questa protesta avviene a pochi giorni dalla pubblicazione delle graduatorie per l’assegnazione di borse di studio e stanze all’interno dei pensionati, che ha lasciato fuori parecchi ex beneficiari e, al momento, circa 1500 idonei.


Il prossimo appuntamento è per domani alle 16:30 all’anfiteatro di economia
, in cui un’assemblea collettiva fatta da studenti discuterà di tutti problemi riscontrati. Ciò che viene richiesto è che  la Regione, il Miur e le università  adottino le giuste politiche per consentire all’ERSU – che applica le norme nazionali e regionali e che vive dei finanziamenti nazionali, regionali e provenienti dalle università –  di garantire un vero diritto allo studio.

Riguardo Miryam Lo Dato

Miryam Lo Dato
Laureata in Lettere presso l'Università degli Studi di Palermo, specializzata in Filologia Moderna e Italianistica.

Leggi anche

Unreal Engine

Unreal Engine, come sviluppare un videogioco dal nulla

Moltissimi appassionati di videogames hanno sempre desiderato di poter creare un proprio videogioco. Alcuni di …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *