Home / #EatSicily / Street Food Fest: i vincitori della terza edizione
IMG_9605

Street Food Fest: i vincitori della terza edizione

Lo Street Food Fest, svoltosi a Palermo da giorno 7 al 17 dicembre, ha riscosso grandissimo successo e la scorsa domenica ha decretato i vincitori della terza edizione.

Il 17 dicembre si è conclusa l’edizione natalizia del festival dedicato al cibo di strada che per undici giorni ha animato il centro storico di Palermo con le oltre trenta realtà culinarie provenienti da tutto il mondo. Una giuria tecnica composta da tre giornalisti e critici gastronomici (Gabriele Ancona, vicedirettore di “Italia a Tavola”, Gianni Paternò di “Balarm” e Danilo Giaffreda, guida de “l’Espresso”) ha decretato i vincitori di questa edizione.

Cannolo di Piana degli Albanesi
Cannolo di Piana degli Albanesi

Il cannolo di Piana degli Albanesi ha ricevuto l’oro. Francesco Cuccia, titolare della forneria che ha portato allo Street Food Fest il cannolo di Piana degli Albanesi, ha affermato di utilizzare ricotta locale a cui aggiunge 350 grammi di zucchero per chilogrammo, gocce di cioccolato fondente e una guarnizione di arancia condita.

Pad Thai
Pad Thai

L’argento è stato assegnato a Pantila Rattanang, chef thailandese con il suo Pad Thai, piatto tradizionale della cucina thailandese con tagliatelle di riso saltate nel wok con salsa di tamarindo senza soia, uova, carota e guarnito da cavolo crudo, arachidi sbriciolati ed una fetta di lime.

Panino con maialino nero dei Nebrodi
Panino con maialino nero dei Nebrodi

Il bronzo spetta, invece, a Giuseppe Oriti per il suo panino con maialino nero dei Nebrodi cotto a legna.

Grande successo anche per la pizza fritta napoletana, il panino con panelle e crocchè e il panino di grani antichi e bresaola di tonno che sono arrivati nella rosa dei finalisti di questa edizione.

Ma lo Street Food Fest non è stato soltanto cibo: nello Spazio Gourmet oltre dieci cooking show, riflessioni e approfondimenti sul cibo di strada si sono susseguiti durante la manifestazione culinaria. Anche i bambini tra i 7 e i 9 anni hanno avuto il loro spazio grazie ai laboratori didattici volti a scoprire le tradizioni gastronomiche locali.

Riguardo Valeria Cannizzaro

Valeria Cannizzaro
Sono nata a Palermo nel 1992. Sono laureata in lingue, ho un master in Global Marketing e uno in Business Administration. Sono appassionata di eventi culturali, di libri e di cinema.

Check Also

b_730_a8dbde3deeff4f9ab76c788aaa3a5a6e

Il gelato a Palermo: questione di gusti

Parlare di gelato a Palermo è affare delicato, non solo perché siamo degli amanti dell’antica specialità dalle origini arabe ma perché ognuno ha una sua personalissima classifica sacra, intoccabile e inviolabile.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *