Home / #ErsuCultura / Sabir Ballarò, spettacoli multietnici, arte e il match Italia – Germania
sabir

Sabir Ballarò, spettacoli multietnici, arte e il match Italia – Germania

Sabir Ballarò si svolgerà sabato 2 luglio a partire dalle ore 18 tra piazza Bologni e piazza Santa Chiara. La manifestazione cui hanno aderito studenti di diversi istituti scolastici del capoluogo siciliano, oltre alle esibizioni, prevede la proiezione dei video realizzati dalla Cooperativa Terradamare e dai ragazzi dei licei Regina Margherita e Stanislao Cannizzaro; contemporaneamente, sarà possibile visitare una mostra realizzata dagli studenti del Liceo artistico Catalano dal titolo “Merce indesiderata” (presso l’atrio del Santa Chiara).

In scena anche l’Orchestra e Coro giovanile di Brancaccio, il Coro Polifonico “Coralmente” dell’ASP di Palermo Dipartimento Salute MentaleGhana ensamble della Parrocchia S. Nicolò Albergheria.

Verrà anche allestito, in piazza Bologni, un maxischermo che, dalle ore 21, trasmetterà la diretta del match calcistico Italia – Germania, al termine del quale riprenderanno le manifestazioni dell’evento.

“Sabir Ballarò”, da poco presentata dal Comune di Palermo, Servizio Relazioni Istituzionali di Area Vasta, Relazioni Internazionali e Reti di Città ed organizzata insieme a Istituzioni e Associazioni che operano nel quartiere di Ballarò, ha fra gli scopi quello  di valorizzare il territorio incluso nel percorso Arabo-Normanno, condividendo un messaggio musicale multiculturale in un contesto cittadino che da secoli è stato teatro di contaminazioni culturali.

Sabir è il nome dell’ idioma utilizzato nei porti del Mediterraneo all’epoca delle Crociate, e che serviva a facilitare le comunicazioni fra popoli e culture tra loro diverse. La storia di Palermo è ricca di esempi monumentali di origini e culture differenti, anzi, la diversità multietnica è da sempre la forza della nostra città. Ma non è qualcosa che appartiene solo al passato: si sente e si respira in ogni angolo anche nel presente.

Sabir Ballarò

 

Riguardo Marta Cianciolo

Marta Cianciolo
Studentessa al corso di studi in Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Palermo.

Check Also

Sala teatrale

La storia di Alì al Festival delle letterature migranti: dall’Asia all’Europa

Si è svolta sabato mattina presso il Museo Internazionale delle marionette Antonio Pasqualino la presentazione del libro …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *