Home / #giornatadellamemoria / “Spazi della Memoria”: work in progress verso mercoledì 27 gennaio
studenti con stella ebraica

“Spazi della Memoria”: work in progress verso mercoledì 27 gennaio

Proseguono senza sosta i lavori d’allestimento dei nuovi Spazi della Memoria, per i quali è prevista l’inaugurazione il 27 gennaio.
Al primo piano della residenza universitaria Santissima Nunziata fervono i preparativi.

All’opera l’instancabile Simona Patinella, scenografa che si sta occupando della realizzazione scenica, che con l’aiuto di Gianfranco Spatola, medico e fotografo, ma in questa occasione ideatore, scenografo e pure un po’ elettricista, si appresta a mettere a punto quello che sarà un percorso multisensoriale che accompagnerà gli ospiti in un piccolo viaggio per non dimenticare gli orrori della Shoah.

L’Ersu Palermo, in collaborazione con l’Associazione “Nami”, presenterà nel pomeriggio del 27 gennaio, in occasione della Giornata della Memoria, una sala in ricordo della Shoah, in cui sarà allestita una biblioteca composta da circa 200 libri sull’Olocausto, una postazione multimediale con immagini e video sul tema ed un percorso multisensoriale che è ancora in cantiere.

Nel frattempo, partiti gli inviti alle istituzioni, l’Ersu di Palermo riceve assensi e continuano ad arrivare le concessioni di patrocinio.
Non manca il patrocinio del Comune di Palermo, che il sindaco Leoluca Orlando concede prontamente considerando meritevole l’iniziativa, così come l’assessore regionale all’Istruzione Bruno Marziano.
Anche la Comunità Ebraica di Napoli è lieta di offrire il suo patrocinio e si attiva affinché un membro della Comunità possa prendere parte all’evento. Dello stesso parere il Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea di Milano che ha seguito nel tempo la preparazione degli Spazi della Memoria; non manca neanche la copertura morale all’iniziativa da parte dell’ I.S.S.E Istituto Siciliano Studi Ebraici di Palermo, presieduta da Eveline Aouate.

E poi ci sono le istituzioni universitarie:il Conservatorio di Musica Bellini, l’Accademia di belle arti, la Lumsa, l’Università degli studi di Palermo. Mentre l’IPSAR Cascino partecipa all’iniziativa con i propri ragazzi che si occuperanno dell’accoglienza degli ospiti nel giorno dell’inaugurazione.
L’evento, che rientra nel piano di Student’Art Ersu 2016, ha visto anche la disponibilità di diversi privati come l’Agorà che fornirà la stampa di manifesti e locandine, Cot Ristorazione che accoglierà gli intervenuti con un’evocazione gastronomica, la società informatica ICS di Palermo che sta dando la propria assistenza tecnica, ma anche Saverio Governale, imprenditore di Petrosino (Tp) titolare dell’azienda Green Energy Agricola, che si occuperà della fornitura di alcune “piante sacre” per l’angolo dedicato alla meditazione.

Al progetto grafico e alla grafica comunicazionale stanno, invece, lavorando Chiara Carmicino e Vincenzo Colella della redazione di Iostudionews.

Nelle foto Simona Patinella al lavoro.

 

 

 

Riguardo Gaia Butticè

Gaia Butticè
Nata ad Agrigento il 12/03/1991, vivo tra Favara e Palermo. Ho una laurea in Lettere e sono al momento iscritta al secondo anno di Filologia moderna e italianistica

Leggi anche

Foto di Gianfranco Spatola

Aperti gli Spazi della Memoria by Ersu, l’inizio di un percorso culturale

Inaugurati gli ‘Spazi della Memoria – La Shoah’ presso la residenza universitaria Santissima Nunziata. Numerosi …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *