Home / #OltreUnipa / Solidarietà e beneficenza: nasce un punto di raccolta di indumenti per i migranti
Logo-trasparente

Solidarietà e beneficenza: nasce un punto di raccolta di indumenti per i migranti

A Palermo nascono nuovi progetti solidali e attività di prima accoglienza per i migranti che sbarcano sul nostro territorio: l’associazione H.R.Y.O (Human Rights Youth Organization) ha  creato un punto di raccolta di indumenti, giocattoli e beni di prima necessità, per i migranti che giungono nella nostra città attraverso il Mediterraneo, dopo aver affrontato mille difficoltà.

L’organizzazione nasce ufficialmente nel 2009 per promuovere attività ed iniziative, tutte a sostegno e a difesa dei diritti umani. Aiutata e sostenuta da giovani volontari provenienti da tutto il mondo, fonda i suoi principi nella non violenza, il dialogo tra diversi popoli e la divulgazione della cultura. Obiettivo principale è quindi ripristinare la dignità umana, organizzando gemellaggi ed iniziative che promuovano un “dialogo” tra i paesi del mondo, abbattendo i pregiudizi, combattendo la sofferenza e l’oppressione, trasmettendo un messaggio di pace, solidarietà e rispetto reciproco.

In particolare, l’iniziativa promossa dall’associazione qui a Palermo è un vero e proprio punto di raccolta di ogni bene, utile a chi è meno fortunato di noi. Chi è interessato potrà consegnare indumenti, giocattoli ecc. nella sede dell’associazione, che si trova all’interno del locale “Moltivolti” in via M. Puglia, 21 , nel quartiere Albergheria, dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle 19.

«L’associazione nasce a Palermo, una città che negli ultimi anni è stata raggiunta da numerosi sbarchi – dice Marco Farina presidente di HRYO – con tutti i membri dell’associazione abbiamo da sempre lavorato per stringere rapporti con centri di accoglienza e le comunità per proporre attività di inserimento sociale dei migranti attraverso dei progetti sul territorio. È stato un passo naturale per noi – continua Farina – la città è in sovraccarico con gli sbarchi e volevamo contribuire in qualche modo ad un’accoglienza dignitosa per i migranti che spesso arrivano scalzi e con pochissimi indumenti».

Un’occasione per aiutare chi purtroppo spesso è abbandonato a se stesso, dimenticato dalla società; una vera occasione per fare del bene, per vedere sorridere un bambino, per stare vicino a chi ha molto meno di noi.

Riguardo Clara Ambrosi

Clara Ambrosi
Nata il 12/11/1994 a Palermo, scrivo per il blog di informazione online “Il Giornale di Isola”, per il giornale sportivo online "Lo Sport 24" e per il blog universitario “IoStudio”. Studio legge alla facoltà di giurisprudenza dell'Università degli Studi di Palermo e sono appassionata di viaggi, libri, cinema,musica e sport.

Leggi anche

Screenshot_20210227-134400_Office

Ersu Palermo vara un Bando riservato agli studenti universitari fuori sede per il rimborso dei canoni dei contratti di locazione

Spesa prevista 1,4 milioni di euro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *