Home / #OltreUnipa / Silencio, un docu-film sull’antimafia
Locandina-Silencio-671x357-890x395

Silencio, un docu-film sull’antimafia

Che sia il Messico o la Calabria, il tentativo delle mafie di mettere in silenzio chi fa del puro giornalismo, negli ultimi 10 anni, si è manifestato in uccisioni e torture di persone che volevano solo dare voce agli eventi di corruzione delle società in cui vivevano.

Il PYC – Palermo Youth Centre, per la proiezione del docu-film “Silencio”, ha visto la partecipazione anche di Giuseppe Lo Bianco, Claudio Fava e Pino Maniaci, insieme a Fabrizio Ferrandelli.

Silencio è un documentario girato in Messico e Calabria che, con poche interviste, lascia trapelare la paura che si può provare con l’esercizio di una professione che si vede quotidianamente delegittimata, se essa pervade certi contesti interdetti ed esprime, quindi, un punto di vista diverso. Senza però escludere chi, non essendo giornalista, fa dell’antimafia “dal basso”, nel silenzio del popolo e delle istituzioni, rischiando per la propria vita.

 «Chi fa giornalismo deve amare il proprio territorio e cercare di migliorarlo» dice Pino Maniaci, conduttore di Telejato, piccola emittente televisiva siciliana dalla quale opera contro la mafia dal paese in cui vive, Partinico. Pino Maniaci ha ricevuto circa 200 querele ed è stato accusato di esercizio abusivo della professione di giornalista, tentativo vano di fermare il suo lavoro, nonostante espliciti e temibili atti di violenza da parte dei mafiosi.

 «Non è sempre un bene che il giornalista diventi protagonista della propria storia» dice Claudio Fava, giornalista e figlio di Pippo Fava.  «In una società democratica, il giornalismo è la forza essenziale che impedisce molte corruzioni, accelera le opere pubbliche e sollecita l’importanza della giustizia».

 «Fare giornalismo è una spinta che viene da dentro e non puoi fare a meno di farlo» continua Lo Bianco, giornalista e scrittore.

 «Si fa più antimafia partecipando a questi eventi tutti insieme», conclude il dibattito Fabrizio Ferrandelli, ex vice presidente della commissione regionale antimafia.

ph. pyc
ph. pyc
ph. pyc
ph. pyc

Riguardo Ylenia Nasti

Ylenia Nasti
Laureata all’Università di Palermo. Amo i libri, i paesaggi e la cucina siciliana

Leggi anche

fonte: centroscacchi.it

Scacchi e turismo a Piana degli Albanesi

Grande attesa per il “1° Arbëreshe Intenational Chess Festival”, un torneo di scacchi che si svolgerà a Piana degli Albanesi. Con esso si inaugura una nuova forma di turismo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *