Home / #statigeneralideldirittoallostudio / Si apre la seconda giornata degli Stati Generali Europei
image

Si apre la seconda giornata degli Stati Generali Europei

Riprendono i lavori degli Stati Generali Europei del diritto allo studio, manifestazione internazionale organizzata dall’Andisu, che ha come tema il futuro del diritto allo studio in Italia e in Europa.

Dopo i saluti e i ringraziamenti, Roberto Dasso, segretario generale dell’Andisu, ha evidenziato l’importanza di sfruttare il territorio e migliorare la qualità dei servizi.

Ad introdurre la seconda ed ultima giornata di confronto, il vice presidente dell’Andisu, Alberto Firenze.

Molti gli ospiti presenti e intervenuti all’apertura. Giacomo D’Arrigo, direttore generale dell’agenzia nazionale per i giovani, ha presentato il proprio ambito lavorativo caratterizzato dagli investimenti sul capitale umano e dal quotidiano impegno profuso per cercare di sostenere e offrire un futuro alle nuove generazioni. Il direttore ha poi palesato la volontà di collaborare e realizzare progetti comuni con l’Andisu.

Il vice rettore dell’Università Jean Lorougnon Guede (Daloa, Costa d’Avorio), Doffou Selastique Akaffou, incaricato dalla rettrice Tidou Abiba Sanogo, a partecipare in sua rappresentanza, ha illustrato ai convenuti gli investimenti della propria università sul diritto allo studio e sulle infrastrutture. Le prossime riforme, riguarderanno l’interconnessione tra le università e la creazione di un’università virtuale. Sono stati evidenziati anche i punti critici di questo sistema, quali la mancanza di laboratori di ricerca, insufficienti apparecchiature e residenze universitarie. Tra le soluzioni previste, la stipula di accordi internazionali in Italia, Francia e Germania.

Anis Chamceddine, direttore dei servizi comuni dell’Ufficio delle Opere Universitarie della Tunisia del Nord, ha ricordato la necessità di riproporre nuovamente un evento simile e ha aperto alla collaborazione tra gli enti. Infine, Sven Engel (direttore dell’ufficio relazioni internazionali tedesco), ha  sollecitato allo scambio e al sostegno reciproco tra istituzioni e tra studenti.

In conclusione, Alberto Firenze ha lanciato due proposte: Taste of Mediterranean diet, una gara culinaria che promuoverà la dieta mediterranea; campus in a day, un video per raccontare l’università come istituzione e non solo.

Riguardo Miryam Lo Dato

Miryam Lo Dato
Laureata in Lettere presso l'Università degli Studi di Palermo, specializzata in Filologia Moderna e Italianistica.

Leggi anche

markas-srl

“Brain food”: cibo sano per menti sveglie

Il punto di forza di Markas Srl sono la qualità dei cibi e una costante ricerca per soddisfare il gusto e le esigenze particolari tramite la proposta di alimenti biologici

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *