Home / #scoprisicilia / Savoca, terra dal passato intramontabile
IMG_20170511_191330

Savoca, terra dal passato intramontabile

Per chi volesse fare un tuffo nel passato e visitare una località veramente caratteristica della Sicilia di sicuro deve andare a Sàvoca. Piccolo comune della provincia di Messina, a due passi da Taormina, Sàvoca presenta un paesaggio incantevole, per i suoi odori e per le sue strade, vicoletti e piazze di stampo medievale. Denominata come il “paese dalle facce” e “Terra ferace di gagliardi ingegni“, Sàvoca è stata fondata in epoca romana, ma solo sotto la dominazione normanna divenne un’importante centro della riviera ionica della provincia di Messina, acquistando così notevole successo in campo politico, religioso, economico e culturale.

IMG_20170506_200612
Bar Vitelli, situato al centro della città.

Sàvoca è stata molto valorizzata per il suo aspetto unico, tant’è vero che nel 2008 è stata inserita nel circuito dei Borghi più belli d’Italia. Inoltre, Sàvoca è diventata nota per essere stata il set del film Il padrino di Francis Ford Coppola del 1972. Il regista, infatti, scelse proprio Savoca, poichè racchiudeva tutte le caratteristiche della tipica e tradizionale cittadina siciliana. In questo luogo, il turista può ripercorrere le scene e vedere i luoghi simbolo del famoso film, tra cui il famoso Bar Vitelli, il cui interno è diventato una sorta di museo con foto e oggetti che raccontano il film. Al regista è stata dedicata un’opera in ferro in cui è rappresentato lo stesso Francis Ford Coppola mentre lavora alla cinepresa.

IMG_20170506_213251
Chiesa di San Nicolò

Tra i monumenti merita attenzione la Chiesa di San Nicolò, edificata nel XIII secolo, nota per la presenza della statua lignea di Santa Lucia e per essere stata la chiesa della scena del matrimonio dei protagonisti del film Il Padrino; la porta della città, edificata dagli stessi Normanni nel XII secolo, la quale era uno dei due punti di accesso della cittadina; la cripta del convento dei cappuccini, in cui sono presenti 37 cadaveri mummificati appartenenti alla ricca e potente aristocrazia di Sàvoca; e il museo, al cui interno vi sono manoscritti , ritratti, utensili agricoli e tanto altro ancora, i quali raccontano la storia di questa meravigliosa cittadina.

 

 

IMG_20170511_191255
Porta della città

 

Riguardo Mariacarmela Misuraca

24 anni, Ribera. Laureata in Studi Filosofici e storici presso l'Università di Palermo. Attualmente sono laureanda in Scienze filosofiche.

Leggi anche

teatro greco siracusa

Siracusa, città teatro

Tre sono le nuove produzioni, 48 le repliche tra il 9 maggio e il 6 luglio, oltre 100 gli attori che si esibiranno nella cavea del Teatro Greco di Siracusa, due gli eventi unici: il primo luglio Luca Zingaretti legge La Sirena dal racconto Lighea di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, il 25 luglio il concerto di Ludovico Einaudi. Nella Stagione dell’Inda non solo teatro perché il 20 giugno è in programma Agon, il processo simulato che vedrà salire sul banco degli imputati Elena di Troia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *