Home / #EatSicily / Sagra del pistacchio di Bronte
stand

Sagra del pistacchio di Bronte

Dal 25 al 27 settembre dal 02 al 04 ottobre 2015 a Bronte si terrà XXVI edizione della Sagra del Pistacchio , la manifestazione dedicata all’oro verde DOP del comune etneo: il pistacchio, il suo gioiello gastronomico. Durante la manifestazione saranno organizzate: visite guidate gratuite del centro storico di Bronte,mostre di artecontemporanea.

La Sagra del pistacchio promuove lo squisito frutto verde che cresce alle pendici dell’Etna ed i prodotti da esso derivati. Il pistacchio di Bronte, infatti, è particolarmente pregiato e ricercato per il suo sapore aromatico e gradevole in pasticceria, in gelateria e per aromatizzare ed insaporire molte vivande.

Oltre al favoloso gelato e all’osannata torta al pistacchio (realizzata con pan di spagna, a volte farcita con uno strato di cioccolata o di nutella che si associano particolarmente al gusto del frutto), e alle gustose paste di pistacchio realizzate con la stessa procedura con cui si produce la pasta di mandorle, si fanno sempre più strada, il pesto di pistacchio a base di solo pistacchio ed olio di semi e la filletta al pistacchio, ovvero il tradizionale dolce brontese guarnito del prezioso frutto. Il dolce del pistacchio ed il salato dei secondi piatti più tradizionali riescono a sposarsi nella salsiccia di pistacchio. Preparata all’inizio dai macellai con qualche perplessità, ormai è richiestissima.

Girando fra gli stand della sagra o recandovi in qualsiasi pasticceria o ristorante di Bronte sarà possibile trovare tutto e forse di più, in un variegato cocktail di prodotti che però hanno un colore solo: il verde dell’“oro” di Bronte.

 

Riguardo Mariagemma Pecoraro

Mariagemma Pecoraro
Di Favara (AG), rappresentante al consiglio di corso di studi di Scienze della Formazione Primaria, speaker radiofonica.

Leggi anche

mastermasv2

Master in wine business UNIPA, ancora tempo per le iscrizioni

Il Master - promosso dal Dipartimento SEAS dell’Università di Palermo e coordinato da Sebastiano Torcivia - giunge alla 15a edizione. Negli anni ha formato più di 150 corsisti, molti dei quali ricoprono ruoli determinanti in aziende - vitivinicole e del settore agroalimentare - del panorama regionale e nazionale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *