Home / #CampusLife / Ripetizioni 2.0, una nuova modalità per le lezioni private
skuola net
fonte: skuola.net

Ripetizioni 2.0, una nuova modalità per le lezioni private

Skuola.net, portale conosciuto da molti studenti, ha lanciato un nuovo servizio di ripetizioni.
La piattaforma punta a semplificare e a digitalizzare il mercato delle ripetizioni, rendendo più facile la ricerca di un professore affidabile che possa seguire privatamente gli studenti e allo stesso tempo mettersi in gioco nel mondo delle ripetizioni come tutor.
Si può raggiungere la piattaforma su https://ripetizioni.skuola.net.

Ma occorre ricordiamo che gli studenti dell’Università degli Studi di Palermo possono usufruire del servizio di tutorato gratuito messo a disposizione dal Centro Orientamento e Tutorato Unipa, per determinate materie verificabili nella pagina dedicata.
Ma facciamo il punto sul servizio offerto da skuola.net differenziando le due categorie di utenti: Studenti e Tutor.

ripetizioni
foto: skuola.net

Per gli studenti: Tramite il portale si può individuare il tutor più adatto alle proprie esigenze in termini di materia e di livello d’insegnamento, partendo dalle elementari fino all’università. Il domicilio di ciascuno di essi è geolocalizzato, per cui è possibile scegliere se recarsi dal docente più vicino oppure richiedere con un piccolo supplemento una lezione a domicilio. Molti dei tutor registrati sono anche disponibili per sessioni online mediante Skype. La prenotazione avviene online, in base alle disponibilità del tutor la cui agenda viene aggiornata in tempo reale. E anche il pagamento viene gestito dalla piattaforma, per cui allo studente non resta che saldare il dovuto consegnando un coupon. Al termine della lezione lo studente può lasciare il proprio feedback sul sito per referenziare il tutor, così da permettere ad ogni utente di scegliere il miglior tutor in base alle proprie esigenze e al budget disponibile. Per garantire poi la qualità, ogni aspirante docente viene scrutinato prima di essere messo in servizio ed esiste inoltre la possibilità di far certificare i propri titoli di studio. I prezzi partono da 8 euro l’ora, anche se, per ripetizioni a livello universitario, il prezzo orario tende ad aumentare.

Per chi è in cerca di lavoro, magari part time, e vuole cimentarsi nel mondo del tutoraggio:

tutor
foto: studenti.it

Skuola.net offre la possibilità di diventare tutor, iscrivendosi alla piattaforma.
I requisiti richiesti sono:

  • Aver compiuto il 18esimo anno di età;
  • Essere in possesso di un titolo di studi uguale o superiore rispetto a quello richiesto per l’insegnamento delle materie in cui il tutor si candida.

Per poter presentare domanda, sarà sufficiente iscriversi alla piattaforma, compilando l’apposito form. Nel form dovrete indicare i dati anagrafici, il grado di istruzione e le materie su cui volete candidarvi.  I compensi variano a seconda del grado scolastico dello studente. La lezione può essere svolta online, utilizzando un contatto Skype, o a domicilio. In quest’ultimo caso, è previsto un rimborso spese viaggio. Per quanto riguarda i compensi, sarà il tutor ad indicare il compenso che ritiene opportuno, non superando, ovviamente, il tariffario indicato. La retribuzione sale, se il grado di istruzione dello studente aumenta. La durata e il numero delle lezioni vengono stabilite dal tutor.

Riguardo Giuseppe Palazzotto

Studente in Ingegneria Informatica, Laurea Magistrale. E' stato rappresentante degli studenti presso la Scuola Politecnica ed il Consiglio di corso di studi. E' tra i fondatori del blog www.lalapa.it Nel sociale svolge attività con il Rotaract Club Palermo Agorà. E' stato giocatore a livello agonistico di scacchi ed ora nel tempo libero svolge attività riconosciuta dal Coni e dalla Federazione come istruttore ed arbitro.

Leggi anche

da sx Fabrizio Micari Rettore UniPa, Filippo D’Angelo Delegato Sicindustria

Grande partecipazione al primo Placement Day UniPa

Laureati e mondo del lavoro: grande partecipazione delle aziende al primo Placement Day UniPa

One comment

  1. Vorrei segnalare, per gli studenti delle scuole superiori, la possibilità di partecipare al Progetto “Brema” al posto di frequentare la scuola pubblica o parificata, previa costituzione di un’associazione dei loro genitori.
    Distinti saluti, Sara Sanviti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *