Home / #ErsuCultura / Progetto Ande per la scuola, cerimonia di premiazione venerdì 1 giugno
34038670_10216647748735912_7207261633029079040_n

Progetto Ande per la scuola, cerimonia di premiazione venerdì 1 giugno

Venerdì 1 giugno, a partire dalle ore 9:30, si terrà la cerimonia conclusiva di premiazione della sesta edizione del progetto per la scuola ideato dall’Associazione Nazionale Donne Elettrici di Palermo e patrocinato dall’ERSU. L’evento si svolgerà all’interno della Sala Joe Petrosino, nella Residenza Universitaria Casa del Goliardo, presso Piazza Marina.

Il progetto, dal titolo: “Tra qualunquismo, astensionismo e populismo: quali sfide per la democrazia?“, ha impegnato i giovani studenti di tre licei palermitani: il liceo classico Meli, il liceo scientifico Galileo Galilei e il liceo artistico Catalano. La proposta è stata finalizzata alla trasmissione dei valori civili e politici, sui quali si fonda la nostra Repubblica, e alla stimolazione verso le nuove generazioni di nuove prospettive e punti di vista differenti in un momento di cambiamento quale è quello che stiamo attualmente affrontando.

Gli incontri, seguiti dall’organo di stampa on line IoStudioNews, hanno visto intervenire relatori di livello professionale, quali: Marco Armanno, Ricercatore di Diritto Costituzionale della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Palermo; Manlio Corselli, professore associato di Filosofia Politica della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Palermo; Salvatore Muscolino, Ricercatore di Filosofia Politica della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Palermo; Roberto Puglisi, Editorialista di Live Sicilia.it. Al termine, i giovani studenti presenteranno i loro elaborati conclusivi, tra cui i migliori verranno premiati nel corso della cerimonia.

Il progetto tende a riprendere le linee programmatiche presentate all’interno del 71° Convegno Nazionale A.N.D.E., tenutosi a Matera nel mese di ottobre 2017, per il quale l’Associazione si è proposta di offrire agli studenti un’occasione di dibattito e riflessione su temi particolarmente sentiti e attuali, quali: qualunquismo e populismo, intese come forme di facile attrazione del consenso e di banalizzazione della complessità, oltre che fenomeni sempre più diffusi in Europa.

L’evento prevede l’apertura dei lavori a partire dalle 9:30, il saluto da parte della Presidente dell’ANDE Palermo Matilde Todaro, seguirà l’introduzione alle ore 10:00 da parte della Consigliera Segretaria Ande Palermo, Silvana Badami. Previsti in coda gli interventi dei docenti ed esperti intervenuti nelle scuole nell’ambito del progetto, a cui si aggiungerà il contributo di Marilena Macaluso, ricercatrice e docente di Sociologia politica presso il dipartimento Culture e Società dell’Università degli Studi di Palermo. A coordinare l’evento la past president dell’Associazione e Consigliera Nazionale ANDE, Paola Catania.

La premiazione è prevista per le ore 11:15, in cui i migliori lavori svolti ed elaborati dagli studenti – selezionati dal Direttivo dell’Ande Palermo – saranno premiati con attestati di merito e libri. Inoltre, a tutti gli studenti che hanno preso parte al progetto con un elaborato, saranno consegnati attestati di partecipazione.

Le letture previste nel corso della cerimonia saranno a cura dell’attrice Giovanna Cossu.

I lavori termineranno alle ore 12:30.

Riguardo Marta Cianciolo

Marta Cianciolo
Studentessa al corso di studi in Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Palermo.

Leggi anche

primavera shima

La pianista Primavera Shima per l’ultimo concerto della stagione di Palermo Classica

Per la rassegna invernale “Passione e Impeto” di Palermo Classica, domenica 7 aprile alle ore 19.15 si terrà il concerto della pianista Primavera Shima, acclamata pianista australiana di fama internazionale, che chiuderà la stagione. Interprete di raffinata tecnica, virtuosismo e riflessione, eseguirà un programma dedicato a P.I. Tchaikovsky, S. Rachmaninov e F. Liszt/Wagner. La rassegna“Passione e Impeto” , in programma dal 16 dicembre al 7 aprile 2019, si svolge all’interno dell’Auditorium San Mattia dei Crociferi, in via Torremuzza 29 alla Kalsa. La chiesa, con l’annesso convento, fu edificata nel 1686 da Giacomo Amato, per i Padri Crociferi, ed è disposta su un lotto stretto e lungo. Il prospetto sulla via Torremuzza unisce al rigore tardo-rinascimentale il vigore plastico delle membrature in pietra; sopra il portale principale è un medaglione con l’immagine in stucco di S. Mattia. Presenta una forma particolarmente rara: ha pianta ottagonale coperta da grande cupola. L’edificio conventuale e la chiesa, dal 1886 sono passati di proprietà al Comune e sono stati adibiti ad uffici, oltre ad ospitare mostre ed eventi culturali.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *