Home / #ErsuCultura / Presentazione del premio Cesare Zavattini, edizione 2017
PremioZA2017_invito_palermo-3

Presentazione del premio Cesare Zavattini, edizione 2017

Venerdi 26 maggio ore 15.30  – Sala Bianca Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo

 

Organizzato dalla Fondazione Aamod  e dalla sede Sicilia del C.S.C., venerdi prossimo la sala bianca ospiterà la presentazione del premio Zavattini. Sarà la regista Antonietta De Lillo, autrice di numerosi documentari, vincitori di premi anche a carattere internazionale, come “La pazza della porta accanto” sula vita della scrittrice Alda Merini, a tenere una masterclass  sull’utilizzo dei materiali d’archivio e introdurre  la proiezione del suo ultimo film, menzione speciale ai nastri d’argento: “Oggi insieme, domani anche”, uscito lo scorso anno,  in concomitanza con i quarant’anni dal referendum abrogativo sul divorzio. Sono previsti gli interventi del direttore della sede Sicilia della scuola nazionale di cinema, Ivan Scinardo, del  docente di regia del corso di documentario, Mario Balsamo, e di Piero Li Donni vincitore del premio Zavattini dello scorso anno.

 

Il premio Zavattini ha lo  scopo di connettere in forme e linguaggi originali la dimensione della memoria e della storia con il nostro presente. “L’obiettivo è stimolare, nello spirito dello scrittore, l’originalità, la sperimentazione, l’invenzione di nuove forme linguistiche, estetiche, comunicative”, spiegano gli organizzatori.

 

Al Centro Sperimentale di Cinematografia verrà presentato il Bando, che scadrà il 15 giugno prossimo del Premio Zavattini, che ha l’obiettivo di incentivare la conoscenza del materiale d’archivio e il suo riuso creativo. Si tratta della seconda edizione del contest che porta il nome di uno degli artisti fondamentali del neorealismo: Cesare Zavattini, tra i primi ad avanzare l’idea di un cinema che abbia “le nubi per schermo”, in cui tutto sia filmabile da tutti.

 

Dopo la fortunata prima edizione, che ha premiato quattro film, l’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico (Aamod) torna a rendere disponibile gratuitamente il proprio patrimonio e quello degli archivi partner. Possono concorrere al premio tutti i ragazzi, senza limiti di nazionalità, tra i 18 e i 35 anni, che siano o meno professionisti. Viene loro richiesto di presentare il progetto di un cortometraggio documentario della durata massima di 15 minuti che utilizzi materiale d’archivio. I tre finalisti vinceranno 2mila euro ciascuno e avranno a disposizione una serie di figure professionali (un organizzatore di produzione, un montatore della scena, un montatore del suono, un fonico di mix e un colorist) per realizzare il proprio progetto.

Locandina

Per informazioni: 091.7099107

Riguardo Redazione

Redazione
Se vuoi collaborare, dando il tuo contributo con articoli, video e fotografie, invia una mail a ufficiostampa@ersupalermo.gov.it indicando nome, cognome, telefono e mail di riferimento e mettendo come oggetto “IoStudioNews”.

Leggi anche

WhatsApp Image 2019-04-02 at 18.43.20

L’Aeolian Vocal Ensemble vola a Riga

L'AEOLIAN Vocal Ensemble è in partenza per la Lettonia, dove parteciperà come unico coro italiano alla prestigiosa manifestazione internazionale Riga Sings International Choir Competition, che si svolgerà dall'1 al 5 maggio. L'Aeolian Vocal Ensemble è nato da un'idea di Monica Faja. Il suo nome è molto noto negli ambienti musicali della Città ed anche al di fuori di essa. Monica, insieme alle altrettanto celebri sorelle Flora e Roberta, tutte musiciste e cantanti, sono infatti virtuose figlie del compianto Maestro Angelo Faja, flautista e direttore d’orchestra di fama internazionale che è stato per vent’anni maestro preparatore dell'Orchestra Giovanile Italiana. Le tre artiste sono inoltre nipoti del Maestro Norino Buogo, illustre docente di Solfeggio e Teoria Musicale, colonna del Conservatorio Scarlatti di Palermo, e che è stato anche lui per molti anni Direttore di Coro. Monica, pensando a come i suoi studenti potessero approcciarsi attivamente alla musica anche fuori dalla scuola, ha costituito, richiamando un gruppo di ex allieve, un coro di voci bianche tutto al femminile. Le componenti del gruppo sono poco più di 30, principalmente tra i 14 e i 24 anni, tutte provenienti dall’esperienza del Coro di Voci Bianche della Scuola “A. Pecoraro” di Palermo. Il repertorio scelto, senza preclusione di genere, epoca, lingua e nazionalità, pone una particolare attenzione al Classico Contemporaneo (Erika Budai, Rupert Lang, Eric Whitacre, Fabio Alberti, Karl Jenkins, Susanne Lindmark, John Rutter; David L. Brunner; John Hatfield; Loreena McKennitt;…) evidenziando una ricerca approfondita sulle nuove tendenze musicali in fatto di coralità, senza tralasciare il doveroso aggancio con il repertorio tradizionale (Vivaldi, Bach, Pachelbell, Purcell, Strauss). Non mancano i brani arrangiati e riorganizzati dal gruppo in funzione del coro. ll repertorio alterna brani a cappella con altri con accompagnamento pianistico e percussioni, curato rispettivamente dai maestri Rosalba Coniglio e percussioni Gaspare Renna, i quali accompagneranno il coro nella trasferta lettone. Durante l’esibizione il coro intreccia il suo canto con particolari movimenti scenici appositamente studiati dalla formazione,guidata dalla coreografa Sabrina Piazza. La combinazione di movimenti simbiotici alle armonie, ritmi e vocalità dà vita ad una autentica esperienza musicale sia per gli artisti che per gli spettatori. regalando un’esperienza a tutto tondo, diversa dalla stereotipata staticità delle formazioni corali. L'insieme di tutte queste caratteristiche rende l''”Aeolian Vocal Ensemble” l’unico coro femminile di questi tipo presente in Sicilia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *