Home / #OltreUnipa / Premio Europeo Carlo Magno della gioventù 2016
premio-europeo-carlo-magno-per-la-gioventù-2016

Premio Europeo Carlo Magno della gioventù 2016

È partita l’edizione 2016 del Premio europeo Carlo Magno della gioventù, il concorso organizzato dal Parlamento Europeo, con la collaborazione della Fondazione del Premio Internazionale Carlo Magno di Aquisgrana.

Rivolto a giovani tra i 16 e i 30 anni, che siano cittadini o residenti dell’Unione Europea, il contest mira a favorire una coscienza europea tra i giovani, promuovendo la loro partecipazione a progetti di integrazione europea.

I progetti realizzati dovranno essere ispirati all’affermazione dell‘identità europea, e dovranno mostrare storie ed esempi pratici di integrazione tra cittadini europei che vivono insieme dando luogo a una comunità.

Le proposte dei ragazzi saranno valutate attraverso due fasi.

Nella prima, i progetti saranno esaminati da giurie nazionali, composte da almeno due deputati al Parlamento europeo e da un rappresentante di un’organizzazione giovanile. Questi, selezioneranno un vincitore nazionale in ciascuno dei 28 Stati aderenti entro l’11 marzo 2016.

La seconda fase della selezione sarà, invece, condotta da una giuria europea, costituita da tre deputati e dal Presidente del Parlamento europeo, più quattro rappresentanti della Fondazione del Premio Internazionale Carlo Magno di Aquisgrana. Sarà questa commissione a selezionare il vincitore tra i 28 progetti presentati dalle giurie nazionali entro il 7 aprile 2016.

I tre migliori progetti di quest’anno si aggiudicheranno i seguenti premi in denaro:

– 1° classificato: 5.000 €
– 2° classificato: 3.000 €
– 3° classificato: 2.000€

Inoltre, i 3 vincitori vivranno un’altra interessante esperienza: come parte del premio, saranno invitati a visitare la sede del Parlamento Europeo, a Bruxelles o Strasburgo.

Rappresentanti dei 28 progetti selezionati, invece, avranno la possibilità di visitare Aquisgrana – in Germania – grazie ad un viaggio di 4 giorni.

I premi ai migliori tre progetti saranno consegnati dal Presidente del Parlamento europeo e da un rappresentante della Fondazione del Premio internazionale Carlo Magno di Aquisgrana.

Per dare un’idea del tipo di progetto, può essere utile ricordare il vincitore della scorsa edizione: alcuni ragazzi dell’Università del Lussemburgo hanno raccontato su Twitter la Prima Guerra Mondiale; tuttavia, piuttosto che esaminare ciò che durante il contrasto ha diviso, hanno scelto di focalizzarsi sugli elementi di unione: ad esempio, parlando di tutte quelle madri che, a prescindere dalla nazionalità, erano legate dalla sofferenza per i propri figli, o ancora i soldati stessi che, pur venendo da varie parti d’Europa, cantavano gli stessi motivetti natalizi.

Questa rappresentazione ha impressionato favorevolmente i selezionatori, e il progetto (che è possibile osservare  a questo link) ha poi vinto il contest.

Leggete  il regolamento, e da qui potete candidarvi.

Riguardo Emanuele Greco

25 anni, laureato in Comunicazione Professionale e Multimedialità, mi piace giocare con le parole. Sogno di lavorare con la #scrittura su carta, #web e #socialmedia. Mi piacciono i libri gialli, le serie tv e i fumetti. La mia migliore amica è la pizza e se potessi mi trasferirei a Londra.

Leggi anche

150915450

EFFETTO CORONAVIRUS, L’ASSESSORE REGIONALE ALLA SALUTE RAZZA: “IN SICILIA LA SITUAZIONE È SOTTO CONTROLLO”

Dopo le criticità emerse in Lombardia e Veneto, stamane a Catania, nel Palazzo della Regione, …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *