Home / #DopoLaurea / Premio Altiero Spinelli: un contest per la diffusione della conoscenza sull’UE
europe-67391_960_720

Premio Altiero Spinelli: un contest per la diffusione della conoscenza sull’UE

Nell’anno in cui si celebra il 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma ed è in corso un processo di riflessione sul futuro dell’Unione, la Commissione europea ha lanciato un nuovo contest dedicato alla comunicazione sull’UE: il “Premio Altiero Spinelli per azioni di sensibilizzazione e conoscenza dell’Europa”.

Si tratta di un concorso di livello europeo mirato a ricompensare e dare visibilità a lavori o prodotti di alta qualità capaci di diffondere le conoscenze sull’Europa in modo efficace e creativo, contribuendo in tal modo a migliore la comprensione dell’UE da parte dei cittadini, a rafforzare il loro senso di appartenenza al progetto europeo ed ad accrescere la loro fiducia nei confronti dell’UE. Il concorso punta a valorizzare e premiare contributi eccellenti orientati in particolare a:

1) promuovere la conoscenza dell’UE e la riflessione critica sul passato, sul presente e sul futuro dell’Unione da parte di un pubblico non specializzato e del grande pubblico.
2) migliorare la comprensione dei cittadini in merito ai valori, agli obiettivi, ai benefici e alle potenzialità del processo di integrazione europea, nonché sui grandi traguardi raggiunti, sul costo della non-Europa, come pure sui fallimenti, le contraddizioni e dilemmi finora affrontati nel processo di integrazione europea.
3) proporre, testare e valutare materiali e approcci innovativi che possono essere utilizzati da policy-maker, professionisti, organizzazioni della società civile e istituzioni per meglio informare, educare, e rendere consapevoli i cittadini.
4) smascherare i miti populistici anti-UE su diversi aspetti del processo di integrazione europea, compresa la retorica estremista basata sul nazionalismo, nonché l’intolleranza e la disinformazione sulla legittimità, le competenze e il reale operato dell’UE.

Potranno essere premiati lavori che sappiano comunicare efficacemente le conoscenze e le idee che emergono dalla ricerca sui processi di integrazione europea: può trattarsi di pubblicazioni, produzioni media, opere audiovisive, giornali, film, documentari, mostre/eventi, serie televisive, programmi radiofonici, opere di fiction, MOOC (Massive Open Online Courses) o altre iniziative emblematiche.

Il concorso è aperto a singoli individui o gruppi. Il candidato, o il group leader in caso di gruppi, deve avere conseguito almeno un diploma di laurea ed essere associato, al momento della candidatura, ad un istituto universitario o di ricerca, ad un’organizzazione della società civile, ad  un’impresa o organizzazione avente sede in uno Stato membro UE. Più in particolare i candidati possono essere scienziati, studiosi/ricercatori, artisti, scrittori, giornalisti e altri soggetti che possono contribuire a far comprendere che cosa rappresenta l’UE oggi e per il futuro e perché i cittadini europei dovrebbero “innamorarsi dell’Europa”.

Il contest mette in palio sei primi premi da 50.000 euro, sei secondi premi da 30.000 euro e dieci terzi premi da 17.000 euro.

I premi possono essere assegnati sia a lavori che sono stati completati negli ultimi due anni (premi di riconoscimento), sia a lavori ancora in corso ma in una fase di preparazione sufficientemente avanzata da dimostrare chiaramente il loro potenziale e con una data certa di finalizzazione (premi di incentivo).

Per partecipare al contest è prevista una procedura a due fasi:
1. I candidati devono necessariamente registrarsi al concorso entro il 16 agosto 2017 attraverso l’apposito form online
2. I candidati registrati verranno poi invitati a presentare la propria candidatura entro le ore 12.00 (ora dell’Europa centrale) del 2 ottobre 2017.

La valutazione delle candidature si svolgerà nel mese di ottobre e la cerimonia di premiazione avrà luogo nel primo trimestre del 2018.

Per maggiori informazioni e documentazione: pagina web dedicata

Riguardo Angelo Casano

Angelo Casano
Nato a Pantelleria il 12-11-1991, studente presso il corso di laurea in medicina e chirurgia dove ha ricoperto la carica di rappresentante del corso di studi. Scrive anche per il blog www.agorapnl.it e www.infouni.it

Leggi anche

I componenti del Consiglio di amministrazione dell’ERSU di Palermo (da sx: il presidente Giuseppe Di Miceli insieme ad Adelaide Carista, Giorgio Gennusa ed Emanuele Nasello, eletti in qualità dei rappresentanti degli studenti). Del C. di A. fa parte ancheda Antonella Sciortino, rappresentante dei professori universitari.

ERSU, NOMINATI I NUOVI PRESIDENTI. L’ASSESSORE LAGALLA: “PRIMI OBIETTIVI POSTI LETTO E BORSE DI STUDIO”

L’assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione, Roberto Lagalla, ha firmato il decreto di nomina dei …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *