Home / #CampusLife / Ateneo più verde con i nuovi platani
foto: twitter.com
foto: twitter.com

Ateneo più verde con i nuovi platani

La cittadella universitaria di viale delle Scienze è famosa anche per i suoi ampi spazi verdi che vedono, soprattuto nelle giornate primaverili, molti studenti riposarsi, fare sport o anche studiare. Da ingegneria a economia passando per lettere è tutto un grande rettangolo verde con stradelle, panchine e attrezzature sportive. Presto tale area verde potrà arricchirsi di sessanta ulteriori alberi che daranno vita al bosco di No Smog Mobility, nell’area dove ogni anno si svolge la rassegna nazionale dedicata alla mobilità sostenibile, nata per iniziativa dei due giornalisti ed editori siciliani Gaspare Borsellino (agenzia di stampa Italpress) e Dario Pennica (Sicilia Motori).

L’Università di Palermo esprime riconoscenza e apprezzamento per questa iniziativa di Gaspare Borsellino e Dario Pennica, ha sottolineato il rettore Fabrizio Micari. I sessanta nuovi platani renderanno il nostro campus un luogo simbolo della sostenibilità e dell’attenzione all’ambiente che caratterizza sempre più la città di Palermo in cui si sta sviluppando – come ha avuto di dichiarare anche il Sindaco Orlando-   una vera cultura del verde.

 

Riguardo Giuseppe Palazzotto

Studente in Ingegneria Informatica, Laurea Magistrale. E' stato rappresentante degli studenti presso la Scuola Politecnica ed il Consiglio di corso di studi. E' tra i fondatori del blog www.lalapa.it Nel sociale svolge attività con il Rotaract Club Palermo Agorà. E' stato giocatore a livello agonistico di scacchi ed ora nel tempo libero svolge attività riconosciuta dal Coni e dalla Federazione come istruttore ed arbitro.

Leggi anche

EI5I0010

Diritto allo studio universitario in Sicilia. Il report su servizi e benefici per gli studenti universitari in Sicilia mette in luce sperequazione sull’assegnazione dei fondi nazionali alle regioni

Presso la Sala Joe Petrosino della Casa del Goliardo-Hotel de France dell’ERSU Palermo, si è …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *