Home / #ErsuCultura / Il pianista Bellucci e la danzatrice Andrin reinventano Debussy al Politeama Garibaldi
unnamed

Il pianista Bellucci e la danzatrice Andrin reinventano Debussy al Politeama Garibaldi

Lunedì 17 febbraio alle 20.45, al Politeama Garibaldi, l’Associazione Siciliana Amici della Musica presenta Jeux…interdits, una coproduzione realizzata dalla centenaria associazione insieme al Festival di Stresa. Uno spettacolo di musica e danza che viaggia sul sottile filo del gioco virtuale.

Sul palcoscenico Giovanni Bellucci al pianoforte insieme ad Eugénie Andrin, danzatrice e coreografa, con la regia multimediale di Gabriel Grinda. I due protagonisti “dialogheranno” tra loro creando un gioco di immagini avvincente per lo spettatore. Lo spettacolo reinventa Jeux di Debussy, balletto in un atto scritto da Debussy fra il 1912 e il 1913 e realizzato per i Balletti Russi di Sergej Djagilev, con un meccanismo originale e inedito: attraverso una proiezione digitale le mani di Bellucci – irreali e concrete al tempo stesso – si muovono nello spazio e rendono visibile la musica allo spettatore sotto un nuovo punto di vista. Sono le mani a impadronirsi del centro della scena e ad ispirare non soltanto la realizzazione di una coreografia, ma anche a permettere l’espressione di quegli affascinanti balletti insiti nel gesto pianistico dettato dalla partitura musicale. Un viaggio sensuale e accattivante in cui la danzatrice è al centro della proiezione e funge da trait d’union tra l’immagine oggettiva e l’immaginario collettivo. Nella prima parte del programma, invece, Bellucci eseguirà la Symphonie fantastique di Berlioz nella versione pianistica di Franz Liszt.

Giovanni Bellucci è considerato uno dei più autorevoli pianisti del nostro tempo e il quotidiano Le Monde ha scritto di lui Non esistono dieci pianisti come lui al mondo: egli ci riporta all’età d’oro del pianoforte.

Una sua incisione è stata inserita dal magazine Diapason nella Top Ten dei dischi lisztiani della storia; le più prestigiose testate specialistiche hanno premiato i CD dell’artista italiano: “Disque de l’année” di Classica, “Choc” di Le Monde de la Musique, “CD exceptionnel” di Répertoire, “CD Maestro” di Pianiste in Francia, 5 stelle di Musica, 5 stelle del BBC Music Magazine, “Miglior CD” per la rivista Suono. Ha vinto numerosi concorsi internazionali, lavora con le più importanti orchestre è stato invitato dai più celebri auditorium, teatri di tradizione e festival del mondo.

Riguardo Giorgio Masi

Giorgio Masi
Nato a Palermo, ha conseguito la laurea in Musicologia al D.A.M.S. di Bologna. Tornato nella città natale, si interessa agli eventi culturali e musicali.

Leggi anche

qNNTOvZr

Il Quartetto Werther a Palermo per gli Amici della Musica

L’Associazione Siciliana Amici della Musica prosegue la sua stagione concertistica con un appuntamento che vede protagonista un giovane quartetto italiano. Lunedì 3 febbraio alle 17.15, sul palcoscenico del Politeama Garibaldi di Palermo, si esibirà il Quartetto Werther, formazione composta da Misia Jannoni Sebastianini al violino, Martina Santarone alla viola, Simone Chiominto al violoncello e Antonino Fiumara al pianoforte. Il programma prevede alcune raffinate pagine del repertorio cameristico, come l'opera 16 di Beethoven, di cui si commemora il 250°anniversario; il quartetto op 47 di Schumann e infine di Aron Copland il quartetto per pianoforte e archi, scritto dal compositore statunitense nel 1950.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *