Home / #scoprisicilia / Perdersi fra le meraviglie di Scopello
https://www.google.it/search?q=immagini+scopello&espv=2&biw=1366&bih=667&tbm=isch&imgil=m6qx7Ji8R5_0ZM%253A%253BrFvGnB88g2j3kM%253Bhttps%25253A%25252F%25252Fwww.rurality.it%25252Fcosa-fare-a%25252Fscopello-castellammare-del-golfo%25252Fimmagini&source=iu&pf=m&fir=m6qx7Ji8R5_0ZM%253A%252CrFvGnB88g2j3kM%252C_&usg=__aZQulwQWChgx-CESQ83VLL02BLc%3D&dpr=1&ved=0ahUKEwjeg9nmtZPOAhUhBsAKHag2BC0QyjcINQ&ei=3IqYV96lC6GMgAao7ZDoAg#imgrc=6ox909SeE1FRkM%3A
https://www.google.it/search?q=immagini+scopello&espv=2&biw=1366&bih=667&tbm=isch&imgil=m6qx7Ji8R5_0ZM%253A%253BrFvGnB88g2j3kM%253Bhttps%25253A%25252F%25252Fwww.rurality.it%25252Fcosa-fare-a%25252Fscopello-castellammare-del-golfo%25252Fimmagini&source=iu&pf=m&fir=m6qx7Ji8R5_0ZM%253A%252CrFvGnB88g2j3kM%252C_&usg=__aZQulwQWChgx-CESQ83VLL02BLc%3D&dpr=1&ved=0ahUKEwjeg9nmtZPOAhUhBsAKHag2BC0QyjcINQ&ei=3IqYV96lC6GMgAao7ZDoAg#imgrc=6ox909SeE1FRkM%3A

Perdersi fra le meraviglie di Scopello

Quella di Scopello è una delle realtà turistiche più belle della Sicilia, dove sapori, tradizioni e bellezza della natura si fondono indissolubilmente.

Frazione del comune di Castellamare del Golfo, in provincia di Trapani, Scopello prende il nome dal greco scopelos. Il termine greco è dovuto probabilmente o al suo sorgere in un promotorio oppure ai famosi faraglioni che in essa si elevano.

La località non è soltanto rinomata per i suoi paesaggi ma anche per il suo profilo storico. Il primo insediamento nella località risale all’epoca ellenistica, segue quella romana ed araba. Nel XVIII sec Ferdinando I re delle Due Sicilie elevò l’area di Scopello al rango di riserva reale per la caccia, visitandola più volte. Questa familiarità con il potere regio fece schierare, durante l’unità d’Italia, i scopellesi con le forze borboniche contro i piemontesi che non riuscirono facilmente ad insediarsi nella borgata.

Appena arrivati a Scopello si nota subito un piccolo abbeveratoio e di fronte ad esso un baglio con costruzioni antiche e suggestive.

Ma le meraviglie di Scopello sono appena cominciate. Scendendo lungo le roventi strade siciliane si giunge in una delle principali spiagge, Guidaloca, ricoperta da ciottoli, la sua forma ricorda quella di un anfiteatro e prolunga lo sviluppo costiero del golfo di Castellammare.

Rinfrescati dal primo bagno, proseguendo il cammino, si giunge finalmente alla tonnara di Scopello. La tonnara, conosciuta da tempo remoto, citata in documenti che risalgono al 1200 è il luogo più caratteristico dell’area. Non è soltanto celebre per la ricchezza di flora e fauna o per le acque pulite ma anche per la sua bellezza scenografica. Da lì, anche a nuoto, si possono raggiungere i maestosi faraglioni di Scopello, ormai luogo anche di set cinematografici.

Da sempre meta di turisti provenienti da tutto il mondo, di recente il luogo è stata ancor di più rivalutato grazie alla sua vicinanza con la Riserva Naturale dello Zingaro.

Scopello è facilmente raggiungibile dall’autostrada A29 Palermo-Mazara del Vallo, uscendo allo svincolo per Castellamare del golfo e seguendo la SS 187, direzione Trapani.

Riguardo Salvatore Casarrubea

Salvatore Casarrubea
Classe '94, diplomato al Liceo Classico, attualmente frequento la facoltà di Giurisprudenza. Mail: salvocasarrubea@gmail.com

Leggi anche

teatro greco siracusa

Siracusa, città teatro

Tre sono le nuove produzioni, 48 le repliche tra il 9 maggio e il 6 luglio, oltre 100 gli attori che si esibiranno nella cavea del Teatro Greco di Siracusa, due gli eventi unici: il primo luglio Luca Zingaretti legge La Sirena dal racconto Lighea di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, il 25 luglio il concerto di Ludovico Einaudi. Nella Stagione dell’Inda non solo teatro perché il 20 giugno è in programma Agon, il processo simulato che vedrà salire sul banco degli imputati Elena di Troia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *