Home / #giornatadellamemoria / Pantelleria ricorda tre concittadini panteschi deportati nei lager nazisti.
lager

Pantelleria ricorda tre concittadini panteschi deportati nei lager nazisti.

Il 27 gennaio di settantuno anni fa furono aperti i cancelli del lager di AUSCHWITZ e il mondo scoprì, in tutta la sua tragicità, i crimini compiuti  dai nazisti contro il popolo ebraico.  Nel nostro paese furono  quasi  settemila i cittadini di origine ebraica arrestati e deportati e di questi solo 837 i sopravvissuti. Nei campi trovarono la morte anche Rom, Sinti, malati di mente, disabili e omosessuali.

In questi giorni in tantissimi comuni italiani  si sta celebrando la GIORNATA della MEMORIA
con testimonianze dei sopravvissuti, trasmissioni in TV, dibattiti e iniziative. Anche nell’isola di  Pantelleria, durante il consiglio comunale, sono stati ricordati tre concittadini panteschi deportati nel lager nazisti.  “Noi, oggi- dichiara il presidente del consiglio Sandro Casano– vogliamo dare anche da qui  il nostro piccolo contributo con questa  nota, ricordando anche il contributo dato da alcuni nostri concittadini di cui molti non conoscono l’esistenza. Infatti tra i deportati nei campi di sterminio nazisti vi furono anche tre cittadini di Pantelleria  che voglio ricordare brevemente riportando  queste brevi note biografiche. ”


SPANO’ DONATO
di Francesco e di Valenza Angela nato a Pantelleria il 5/1/1925 nella casa sita in via Dante.  Studente in medicina. Arrestato a Padova il 23/12/1944. Deportato da Padova il 23/2/1945 nel lager di Bolzano. Questo campo si occupava di organizzare i convogli di italiani verso i campi di sterminio di Auschwitz, Mauthausen e Dachau. Matricola 9372 Blocco D. Liberato a Bolzano il 30/4/1945 dall’esercito statunitense. Morto a Padova il 2/1/2012.

TODROS ALBERTO di Orazio e di Bertolini Nicolina nato a Pantelleria il 21/07/1920 nella casa sita in via Corso Umberto I n° 23. Tecnico delle costruzioni. Espulso dalla scuola in seguito alle leggi razziali, partecipa alla resistenza a Imperia e viene arrestato dai tedeschi nell’ottobre del 1943 per la sua origine ebraica. Detenuto nel carcere locale, in quello di Genova, è quindi inviato nel lager di Fossili. Giunge nel lager nazista di Mauthausen in Austria il 27/6/1944 dove viene classificato come Schutz (detenuto) matricola 76603. Viene liberato dal campo di concentramento di Mauthausen il 5/5/1945 da parte dell’esercito americano. Tornato in Italia Alberto Todros riesce a terminare gli studi in ingegneria e nel 1951 viene eletto consigliere comunale a Torino, incarico che ricoprirà per 24 anni. Dal 1963 e per quattro legislature è deputato al Parlamento  nelle file del PCI. E’ morto a Torino il 25/5/2005.

TODROS CARLO EDOARDO di Orazio e di Bertolini Nicolina nato a Pantelleria il 23/3/1923 nella casa sita in via Corso Umberto I n°23. Studente universitario costretto come il fratello ad abbandonare la scuola pubblica per motivi razziali, fa parte  del gruppo di antifascisti di Imperia  e viene arrestato nell’ottobre del 1943 per le sue origini ebraiche. Rilasciato, viene nuovamente messo in carcere nel dicembre dello stesso anno ad Imperia, Savona, Genova. Deportato  con il fratello Alberto nel lager di Fossili. Giunge  nel lager di Mauthausen, uno dei campi di sterminio dei nazisti, il 27/6/1944, dove viene classificato come Schutz (detenuto), numero di matricola 76604. Come il fratello Alberto sarà liberato dal lager di Mauthausen dall’esercito statunitense nel maggio del 1945. Morto a  Castenodolo (Prov. Di Brescia) l’11/7/2002

Ricordare oggi diventa un dovere. Ricordare quei terribili anni di morte e di persecuzione nell’ Europa di oggi segnata da profonde divisioni, scossa dagli attentanti terroristici da parte dello stato Islamico e ferita dalle morti dei migranti, che scappano per paura di morire o perché perseguitati, assume ancora più importanza.

Riguardo Angelo Casano

Angelo Casano
Nato a Pantelleria il 12-11-1991, studente presso il corso di laurea in medicina e chirurgia dove ha ricoperto la carica di rappresentante del corso di studi. Scrive anche per il blog www.agorapnl.it e www.infouni.it

Leggi anche

unipa.it

Spazi della memoria: Un’occasione in più per gli studenti tirocinanti

In occasione della ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno, come giornata in …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *