Home / #ErsuCultura / #PALERMOWELCOME, IL CONTEST PER VIDEOMAKER
Tratto da comune.palermo.it
Tratto da comune.palermo.it

#PALERMOWELCOME, IL CONTEST PER VIDEOMAKER

L’Amministrazione Comunale di Palermo, nel mese di Febbraio 2015 ha indetto un concorso di idee per la produzione di un Video Spot dal titolo “Palermo Welcome”, proponendo la realizzazione di un video spot sulla città di Palermo, incentrato sul tema “Palermo città Turistica”, con particolare riferimento a: mosaico di cultura, bellezze artistiche, street-food, accoglienza e ospitalità.

Questa iniziativa, ha come obiettivo quello di invitare i video maker a raccontare la Città di Palermo con i loro occhi e la loro creatività, trasmettendo le emozioni e le bellezze paesaggistiche, culturali ed enogastronomiche. Detto video spot verrà veicolato attraverso il Web e i Social Network e l’ emittente televisiva a livello nazionale RAI.

Dopo aver superato la prima fase in cui i video ricevuti sono stati soggetti ad una selezione da parte di una giuria di qualità, presieduta dal regista Peppuccio Tornatore, si da l’avvio alla seconda fase del contest per videomaker #PalermoWelcome, che decreterà il vincitore del “premio social”.

Sono presenti online, sulla pagina facebook del Comune di Palermo, i 48 video del concorso di idee che sono stati ammessi alla fase finale.

Il vincitore del premio social sarà decretato dal numero di visualizzazioni uniche che il video totalizzerà entro il 23 Luglio 2015. Vincerà il video che totalizzerà il numero massimo di visualizzazioni uniche sino al 95% della sua durata.

Riguardo Mariagemma Pecoraro

Mariagemma Pecoraro
Di Favara (AG), rappresentante al consiglio di corso di studi di Scienze della Formazione Primaria, speaker radiofonica.

Leggi anche

foto presentazione progetto 2

Al via il Programma Speciale per l’Istruzione e la Formazione negli Istituti Penitenziari Minori

Nella Sala Padre Pino Puglisi del Centro di Giustizia è stato presentato, con grande attenzione dei presenti, il “Programma speciale per l’istruzione e la formazione negli Istituti Penitenziari e nei Servizi Minorili della Giustizia”, che prende a cuore il reinserimento nella società dei giovani che scontano una pena, attraverso l’istruzione e la formazione, tenendo conto dei loro contesti sociali.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *