Home / #OltreUnipa / Palermo Pride Fest: diritti e orgoglio LGBT fra incontri, mostre, manifestazioni
giuseppe-mazzola-palermo-pride

Palermo Pride Fest: diritti e orgoglio LGBT fra incontri, mostre, manifestazioni

E’ già iniziato il lungo “Palermo Pride Fest”; l’iniziativa interesserà la città per tutto il periodo estivo e si concluderà con il corteo del Palermo Pride che si svolgerà sabato 22 settembre. Il tema scelto per il Pride di quest’anno dal Coordinamento palermitano è: “De*Genere” che significa: a proposito di genere o di origine, a partire dal genere, come allontanamento o separazione dal genere, a proposito del diritto a esistere come soggetti degenerati e degeneranti, un qualcosa di indigesto per chi guarda al corpo come a una macchina di produzione e riproduzione. Ma De*Genere è anche chi si allontana dalla propria gens (radice della parola genere) per approdare in nuove terre alla ricerca di un futuro, anche a costo della propria vita. E il gioco di parole nasce proprio sulla categoria della degenerazione, termine spesso pronunciato come insulto da usare contro le persone Lgbt+ ma è un termine che invece il Coordinamento rivendica come strumento di liberazione dalle (etero)normatività.

Il lungo percorso scelto per il Palermo Pride Fest, che è già iniziato il 13 giugno con una prima iniziativa sui generi nella storia del Teatro al Montevergini Bene Comune, avrà la sua prima gioiosa esplosione di iniziative nella settimana da sabato 23 a sabato 30 giugno. In particolare, per le giornate del 28 e del 29 giugno, il Coordinamento della manifestazione ha previsto due giorni di eventi e incontri, in occasione della ricorrenza dei moti di Stonewall (New York, 28 giugno 1969) e della Giornata Internazionale dell’Orgoglio Lgbt: di fatto da 49 anni la comunità Lgbt si ribella ai soprusi e alla discriminazioni rivendicando i propri diritti e, con essi, i diritti di tutti. Il calendario degli eventi prevede un programma ricco e pieno, durante i quali si parlerà di Tratta e sfruttamento della prostituzione, in collaborazione con il Network Persone Sieropositive NPS, La Migration e l’associazione delle Donne di Benin City; della crociata anti-gender con Massimo Prearo e Sara Garbagnoli; della necessità di leggere ancora oggi Mario Mieli insieme a Enrico Gullo, Massimo Prearo ed Helena Velena; della storia dei movimenti e delle persone trans* con Porpora Marcasciano; della violenza sui social e degli strumenti per proteggersi da essa, insieme a Cathy La Torre di Gay Lex e Marco Carnabuci di Rete Lenford; delle performance di genere nel Teatro in collaborazione con Preziosa Salatino.

Le due giornate prevedono anche il manifestival “Palermo Pride Suona – Orgoglio in Piazza”, che includono concerti, dj-set, dibattiti politici, proiezione di cortometraggi, che si svolgeranno all’interno della cornice di piazza Magione. “Il Pride non vuole essere un’eccezione rispetto alla norma, ma modello di una società inclusiva, antisessista, antirazzista, antifascista ma soprattutto possibile da realizzare – ha spiegato Daniela Tomasino, portavoce del Coordinamento Palermo Pride fino a 49 anni fa le esistenze e le identità non conformi erano libere di esprimersi solo all’interno di fragili aree franche, finché pian piano non crebbe la consapevolezza e con essa l’orgoglio, un orgoglio che cresceva di giorno in giorno e che, nella notte dei Moti di Stonewall, esplose abbattendo le quattro mura del pub su Christopher Street e propagandosi in un’onda d’urto così forte che ha scosso il mondo intero”.

 

Riguardo Marta Cianciolo

Marta Cianciolo
Studentessa al corso di studi in Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Palermo.

Check Also

38600373_2239371883017552_79722122091429888_n

“Retrò Fest”: musica e burlesque al Nautoscopio di Palermo

Il 18 e il 19 agosto, al Nautoscopio di Palermo, prenderà vita il "Retrò Fest", festival dedicato alle atmosfere degli anni '50 e 60'. Non solo musica, ma anche arte ed esibizioni di burlesque, con la partecipazione di artisti internazionali come Don Cavalli e Wonderful Ginger.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *