Home / #OltreUnipa / Tram a Palermo, è subito record di passeggeri
tram
foto tratta da telejato.it

Tram a Palermo, è subito record di passeggeri

Il 30 Gennaio il tram di Palermo ha festeggiato il primo mese di attività ed è già tempo di bilanci. 

Sono stati oltre 75mila i chilometri percorsi trasportando oltre 250mila passeggeri è questa la buona notizia; la cattiva notizia è invece, che si sono verificati numerosi atti vandalici a danno delle macchinette emettitrici.

I controlli effettuati a bordo del tram dal personale AMAT sono stati poco più di 160.000, rilevando che solo una percentuale irrisoria (inferiore all’0,05%) dei passeggeri era sprovvisto di titolo di viaggio.

Nel mese di “rodaggio”  l’85% delle corse programmate è andato a buon fine, le corse non effettuate sono state dovute alla sosta di autovetture sui binari, il mancato rispetto dei semafori da parte degli automobilisti, un caso di incidente con un’automobile.

I palermitani hanno scoperto e apprezzano tantissimo questo nuovo mezzo di trasporto pubblico e mostrano il proprio gradimento con il più semplice ed ovvio dei gesti: il pagamento del biglietto.

Intanto è partita una raccolta firme per chiedere il ripristino del biglietto unico Amat-Trenitalia. A lanciare la petizione è stato il vicepresidente della Terza circoscrizione di Palermo, Dario Chinnici, per chiedere al sindaco di Palermo Leoluca Orlando di sollecitare l’Amat e Trenitalia ad introdurre al più presto un singolo biglietto per utilizzare tutti i mezzi pubblici palermitani.

Riguardo Angelo Casano

Angelo Casano
Nato a Pantelleria il 12-11-1991, studente presso il corso di laurea in medicina e chirurgia dove ha ricoperto la carica di rappresentante del corso di studi. Scrive anche per il blog www.agorapnl.it e www.infouni.it

Leggi anche

Gioa

Donne che fanno impresa, da Gioa a Martina Ciaccio: la Sicilia nelle loro creazioni

Cresce il numero di imprenditrici siciliane che sceglie di restare in Sicilia e scommettere sulla loro terra. Conosciamole insieme!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *