Home / #Ambiente / Otto vite da salvare
Karin
Karin

Otto vite da salvare

Nuova emergenza al Rifugio Abbandonato del Cane alla Favorita di Palermo. Un nuovo abbandono, nuovi cani in cerca di adozione, come se già non ce ne fossero abbastanza.

Nel giro di una settimana sono stati abbandonati otto cani, tra cui una mamma con tre cuccioli.

La situazione è ormai giunta al limite, mentre la cattiveria delle persone sembra non aver fine.

I volontari del rifugio ci fanno sapere di aver di gran lunga superato i duecento cani, numero massimo di posti disponibili nella struttura per gli amici a quattro zampe meno fortunati.

Chiaramente questo comporta minor tempo, per i cani, di sgambare, comporta meno cibo, meno tempo che i volontari possono dedicare a ciascuno di loro, insomma nulla di positivo, perché anche un solo nuovo ingresso può nuocere ai già presenti ospiti del rifugio.

“Cosa vi cambia un cane in più o in meno”, questa la frase che i volontari spesso si sentono dire al momento di accettare un nuovo cane nel rifugio.

Una frase che dimostra poca sensibilità per chi non ha a cuore la salute e la felicità degli animali, ma che ha un valore immenso per chi, dentro a quel rifugio, vive, lavora e combatte perché quei cani possano avere un futuro.

Abbandonare un animale, un amico che mai avrebbe tradito e che mai avrebbe pensato di essere a sua volta tradito, è uno tra gli atti più spregevoli che un essere umano possa compiere. È indegno, sotto tutti i punti di vista. Non ci sono scuse, né validi motivi che possano giustificare tale comportamento.

Paprika è stata trovata, come potete vedere dalle foto e dal video, chiusa dentro una cassetta di frutta e verdura. Chissà quante ore sarà stata costretta lì dentro, terrorizzata, senza potersi muovere, senza acqua, senza cibo, prima che i volontari la trovassero.

Cosa si può aggiungere a tutto questo? Cosa si può dire a chi ha compiuto questo gesto vergognoso?

Siamo stanchi di combattere contro l’ignoranza, la cattiveria e la superficialità!

Siamo noi umani a doverci meritare l’onore di poter avere un animale; loro si affezionano e danno amore a tutti, e si donano a chiunque.

Con questo appello ci auguriamo di trovare persone di buon cuore, meritevoli, che possano regalare una vita vera a queste meraviglie.

DAVE: maschio, due mesi e mezzo, taglia media.

POLLY: femmina, due mesi e mezzo, taglia media.

OLLY: femmina, due mesi e mezzo, taglia media.

MARLENE: femmina, quaranta giorni, taglia medio/grande.

KARIN: femmina, quaranta giorni, taglia media.

ANYA: femmina, quaranta giorni, taglia media.

GRETA: un anno circa, taglia medio/grande, verrà affidata solo dopo che sarà stata sterilizzata.  Molto dolce ed affettuosa.

PAPRIKA: femmina, due anni circa vissuti in famiglia, taglia piccola, quattro kg. È una cagnolina splendida , dolcissima, affettuosa, ama dare bacetti e ricevere coccole.

I cani sono adottabili in tutta Italia, con controlli pre e post affido, e firma modulo adozione.

Qui il link Facebook: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.1021848387878199.1073741873.876723652390674&type=3

Qui il video del momento in cui Paprika viene trovata: 
https://www.youtube.com/watch?v=XVHvxbrPa9I&feature=youtu.be

Un aiuto immediato può essere dato condividendo l’appello su tutti i social network, aumentando così le probabilità che questi cani possano finalmente trovare la felicità, perché condannare tutti i cani, e nel caso specifico, dei cuccioli, a vivere per sempre tra quattro mura, è una crudeltà.

Contatti: info@legadelcane-pa.org 3405512698 Facebook: Lega del Cane Palermo

Per chi volesse aiutare economicamente l’Associazione, si ricorda che è possibile sempre donare cibo, portandolo direttamente o spedendo un pacco, a:

Rifugio del Cane Abbandonato della Favorita

Lega Nazionale per la Difesa del Cane sezione di Palermo

Viale Diana n.3, 90142 Palermo.

Donazioni tramite cc bancario:

Sezione di Palermo della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, Viale Diana n°3 – 90142 Palermo

Codice IBAN: IT17E 02008 04667 000300566810

Riguardo Elisabetta Lucia Medaglia

Elisabetta Lucia Medaglia
29 anni, di Palermo, ho conseguito la Laurea Magistrale in Giurisprudenza nel 2014, mi sono abilitata prima come giornalista pubblicista e, in seguito, come Perito Grafologo Professionista , e sono cultore di Filosofia del Diritto presso l'università LUMSA di Palermo .

Leggi anche

Mother breastfeeding child

Allattare, le ragioni spiegate alle giovani donne in 60 secondi

Il latte materno non è solamente il miglior alimento possibile per ogni neonato, ma è …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *