Home / #opportunityday / Opportunity day: perché ogni studente deve poter riuscire – IL VIDEO
Opportunity day

Opportunity day: perché ogni studente deve poter riuscire – IL VIDEO

Cittadini, studenti, docenti, professionisti, rettori di diverse università siciliane ed esponenti della politica italiana si riuniscono a Palermo per confrontarsi sul tema del diritto allo studio, dei servizi dedicati agli studenti, della mobilità internazionale, della didattica, delle cattedre Natta, dei dipartimenti d’eccellenza, dell’innovazione e delle start up. L’Opportunity day, organizzato lunedì 7 Novembre presso la sede palermitana di Camplus di via Dei Benedettini, ha rappresentato un momento d’incontro all’insegna dello scambio, della condivisione e delle nuove opportunità: “Questa giornata è un’occasione per promuovere le attività che il governo nazionale vuole intraprendere o ha intrapreso in parte sul diritto allo studio”, afferma il Presidente dell’ERSU Palermo Alberto Firenze. “Il nostro datore di lavoro sono gli studenti – continua – a loro dobbiamo rivolgerci e con loro dobbiamo definire una piattaforma che sia davvero corrispondente alle esigenze di tutti”.

Quest’anno nella legge di bilancio c’è un intervento importante sul diritto allo studio”, dichiara il sottosegretario alla presidenza del consiglio Tommaso Nannicini. Più di 200 milioni graduati su tre interventi diversi: “il primo intervento toglie le tasse per chi viene da famiglie con ISEE molto basso; un rafforzamento del diritto allo studio universitario tradizionale e 50 milioni aggiuntivi per rafforzare le borse di studio per chi viene da famiglie in condizioni di fragilità economica; un investimento di 20 milioni per fare scouting individuando ogni anno in Italia i migliori 400 studenti che vengono da famiglie con ISEE basso ma che hanno un talento su cui investire, in questo caso lo Stato, attraverso la fondazione, investirà non solo pagando le tasse ma anche dando una borsa di studio di 15 mila e netti all’anno a ciascun studente”.

Riguardo Emanuela Chinnici

Leggi anche

ph © rosellina garbo 2018

La stagione estiva del Teatro Massimo di Palermo

Un’estate che si apre nel segno di Rossini e di Verdi e della danza, con il ritorno in luoghi che sono già stati sede degli appuntamenti estivi del Teatro Massimo di Palermo nella scorsa stagione, consolidando i rapporti istituzionali e le collaborazioni già intessuti; ma anche un’estate che porterà l’Orchestra del Teatro Massimo al prestigioso Festival di Ravello, dove è stata invitata a suonare diretta da Gabriele Ferro. Una stagione estiva inoltre che vedrà impegnate tutte le formazioni del Teatro: Orchestra, Coro, Corpo di ballo, senza dimenticare i più giovani, cioè il Coro di voci bianche, la Cantoria e la Massimo Kids Orchestra, per i quali è in previsione anche un fitto calendario di appuntamenti che li vedranno esibirsi a Palermo e in Sicilia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *