Home / #Mondo / SARA’ IL 30 SETTEMBRE LA NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI 2016
notte-europea-della-ricerca

SARA’ IL 30 SETTEMBRE LA NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI 2016

“If you could become a hero for a day, what kind of hero would you be?”, questa è la sfida lanciata dalla comunità europea in occasione dell’undicesimo anno consecutivo di svolgimento dell’evento Notte Europea dei Ricercatori, momento finale di una settimana che ha unito, giovani, studenti e ricercatori ma soprattutto persone di diverse età e interessi nel tema MADE IN SCIENZE.

L’evento Notte europea dei Ricercatori che si svolge contemporaneamente il 30 settembre 2016 in circa 300 città in tutta Europa, ha lo scopo di fare della scienza un punto d’incontro, valorizzare il lavoro di chi con grande coraggio vi dedica la propria vita in Italia, condividere l’importanza del progresso della ricerca nell’utilizzo quotidiano, facilitare la comunicazione e lo scambio di informazioni tra ricercatori e cittadini. Obbiettivo centrale di chi prenderà parte all’evento sarà di trasmettere ai più giovani tutto l’interesse, il divertimento e la passione che muove gli studiosi verso la scoperta scientifica in linea con con molte odierne teorie pedagogiche che si basano proprio sull’idea che l’apprendimento più efficace sia quello che passa per il divertimento e il gioco.

In Italia, il progetto si svolgerà contemporaneamente nelle città di Roma, Trieste, Milano, Ferrara, Catania, Bari, Lecce, Cagliari, Carbonia, Pavia, Firenze, Napoli, Genova, Sassari, Parma, Modena, Reggio Emilia, Palermo, Gorga, Grottaferrata, Monteporzio Catone.
Si parlerà di ricerca e innovazioni in numerosi campi come fisica, chimica, biologia, astronomia ma non solo.
A Palermo, un’occhio di riguardo è stato rivolto anche alla ricerca giuridica. Gli “scienziati del diritto” hanno spiegato, infatti, come si fa ricerca in un ambito che sembra così poco scientifico ma tanto importante data la storia è la quotidianità di un paese in cui il tema della legalità è molto discusso.

“Ci riferiamo troppo spesso alla scienza come a qualcosa di lontano dalla società.spiega Giovanni Mazzitelli, Presidente di Frascati Scienza e fisico dell’INFNPerché invece non pensiamo alla scienza come un vero e proprio prodotto della società?
La scienza è intorno a noi continua Mazzitellirisolve i problemi quotidiani e ci pervade dentro e fuori. Per far partecipare e coinvolgere chi non è uno scienziato nella ricerca, il modo migliore è far capire che è la scienza a scrivere la storia, il presente e a narrare il nostro futuro”.

La nostra città parteciperà all’iniziativa, ospitando nella suggestiva cornice del Teatro Massimo, attività e convegni.
Ecco il programma:
Sessione mattutina (ore 9:00-13:00):
a) Attività condotta dal Prof. P. Virgadamo, dal titolo “Chi vuol essere giurista?” (ore 9:00- 11:00)
b) Attività condotta dal Prof. T. Reggiani, dal titolo “Esperimenti didattici volti a illustrare meccanismi e paradossi psicologici che concorrono alla determinazione delle nostre scelte economiche” (ore 11:00-13:00)

Sessione pomeridiana (ore 16:00-19:00).
– Prof. Pietro Loiacono, “Quale deve essere il ruolo delle donne nella Chiesa Cattolica?”;
– Prof. Claudio Giannotti, “Di cosa parliamo quando discutiamo di finanziamenti bancari alle imprese?”;
– Prof. Fabio Macioce, “Di cosa parliamo quando discutiamo di eutanasia?”;
– Prof. Antonio Pulvirenti, “Carcere duro e umanità della pena”;
– Prof. Pietro Virgadamo, “Di cosa parliamo quando parliamo di danno morale?”.

Riguardo Giorgia Ciulla

Leggi anche

Il professor Giulio Taglialatela della UTMB (USA) in visita a Portella della Ginestra (Palermo)

Biomedicina e neuroscienze, un dottorato di successo Italia-Usa a Unipa

Al docente universitario italo-americano Giulio Taglialatela, neuroscienziato, direttore del Mitchell Center della University of Texas …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *